Inforicambi

Accessori e tecnologia

Dopo Google anche Intel: la guida autonoma sarà presto realtà!

Per il 2019 sarà pronto un chiaro quadro normativo che disciplinerà la guida autonoma. Almeno questo è l’obiettivo che si pone la Commissione Europea. Parliamo di un futuro non tanto lontano. Anzi, dietro l’angolo, dove Case Costruttrici e giganti mondiali dell’informatica stanno lavorando ormai da tempo a ritmi davvero veloci e sorprendenti se guardiamo la ‘piega’ innovativa che sta prendendo sempre più l’auto del domani. Ora sul terreno della self-driving car, dopo Google entra in campo un altro giocatore. E che fuoriclasse! Si tratta di Intel. Il colosso statunitense si getta nella mischia della mobilità automatizzata. Ad annunciarlo è Brian Krzanich, Ceo di Intel, durante il suo keynote alla ‘LA Auto Show’s AutoMobility conference’. L’azienda di Santa Clara sembra avere le idee ben chiare e l’attenzione verso il settore automotive è davvero forte. Previsto un investimento di oltre 250 milioni di dollari nel prossimo biennio. Il goal è far diventare la guida senza conducente pienamente una realtà. Come fare? Il brand mondiale, noto per i personal computer, ha battezzato una nuova business unit: Automated Driving Group. Questo il nome della neo divisione che mette insieme un pool di super tecnici per traguardare l’obiettivo dichiarato. A capo della squadra c’è Doug Davis, seniority professionale con ben 30 anni di esperienza maturata in Intel. Stefano Belfiore

Commenta