Accessori e tecnologia

La smart car di Google sempre più autonoma

Google, nel settore automobilistico, fa progressi. E’ da un paio d’anni ormai che l’azienda informatica ha messo in circolazione le sue smart car a guida autonoma e di recente Mountain View ha presentato un nuovo brevetto presso l’S Patent & Trademark Office. Tale brevetto descrive una tecnologia capace di portare le self-driving car a rispondere ad alcune importanti situazioni di pericolo grazie all’installazione di particolari sensori capaci di riconoscere le luci blu e rosse della polizia spostandosi a lato della corsia per lasciare spazio a queste ultime. Dunque la smart al momento riesce a riconoscere soltanto le luci della polizia, ma a breve il brevetto verrà implementato con aggiunta di sensori che captino anche autombulanze, vigili del fuoco e carabinieri e soprattutto che sappiano distinguere la luce del sole da quella delle sirene dei veicoli di soccorso.

Anche altre aziende automobilistiche si stanno adoperando per la sperimentazione di vetture con guida autonoma attente ai sistemi di sicurezza stradale, come Mercedes, Toyota e Volvo.

Altre si sono dedicate invece alle tecnologie car-to-car communication, un sistema che permette letteralmente il trasferimento di informazioni, ad esempio sulle condizioni stradali, da un’automobile all’altra.

Infine Ford ha inventato una tecnologia che suggerisce la velocità da mantenere per trovare il semaforo sempre verde, si chiama ‘Green Light Optimal Speed Advisory’.

Insomma, le idee ed i progressi relativi alla tecnologia su strada sono in continua ed ottima evoluzione. Gli investimenti sono consistenti ed il mercato accoglie a braccia aperte progetti validi. C’è chi resta ancora scettico sul sistema di guida autonoma, ma la ricerca, le prove, le combinazioni adatte a far sì che questo diventi parte della vita quotidiana del guidatore, vanno avanti perfezionandosi sempre di più. Bisogna credere nella tecnologia che abbia utilità, che contribuisca a facilitare pratiche quotidiane e soprattutto che riduca i rischi, che aiuti l’uomo a rendere la sua vita migliore e più sicura.

Di Costanza Tagliamonte

Commenta