Accessori e tecnologia

La spesa a portata di auto con Seat e Saba

Spesa in autoA quanti piacerebbe avere la spesa a portata di auto? Grazie all’idea di Seat e Saba sarà possibile ricevere la spesa direttamente nella nostra auto. L’accordo tra le due aziende, punti di riferimento per lo sviluppo di soluzioni per la mobilità urbana specializzate nella gestione dei parcheggi, ha fatto nascere l’app Droppit. E’ un progetto nato dalla collaborazione delle case automobilistiche con Deliberry e Glovo (società di messaggeria) e che ha visto la luce in due parcheggi Saba di Barcellona.

Il ruolo di Deliberry è quello di occuparsi degli acquisti nel negozio fisico e della consegna fino al luogo in cui si trova l’auto del cliente. Quest’ultimo, per poter ricevere la spesa, dovrà lasciare le chiavi dell’auto al personale Saba che invece ha il compito di accompagnare il fornitore e riporre la spesa all’interno del veicolo. 

“Soluzioni come Droppit sono in grado di offrire un’esperienza personalizzata e di valore all’utente. E, proprio con questo tipo d’iniziative, la SEAT punta a consolidare il proprio impegno per la digitalizzazione delle vetture” spiega Arantxa Alonso, Business Development Officer di SEAT. “Il coinvolgimento di due partner così dinamici e specializzati come Deliberry e Glovo in questo progetto è sicuramente un valore aggiunto, oltre che una conferma del potenziale dell’accordo tra SEAT e Saba”.

Josep Martìnez Vila, amministratore delegato di Saba, ha dichiarato che “questa nuova iniziativa ci consente di valorizzare ulteriormente i servizi che siamo in grado di offrire ai Clienti, con innovazione, mobilità e sostenibilità come principali linee di azione. Gli accordi siglati con SEAT lo scorso aprile proseguono positivamente, contribuendo a dare una spinta alle nuove iniziative nell’ecosistema dei servizi di mobilità”.

L'app è disponibilie sia per iOS che per Android ed ha l'obiettivo di semplificare un processo permettendo ai clienti di accedere direttamente all'auto. La pratica va ancora affinata e perfezionata, si sta lavorando ad un miglioramento dei sistemi per la fase di prenotazione e pagamento dei parcheggi tramite app e poi ad un servizio, sempre via app, che avvisi il conducente sui parcheggi disponibili, un po' come fa Smart Car2Go.

Costanza Tagliamonte

 

Commenta