Accessori e tecnologia

La mobilità del futuro per Bosch

Shuttle elettrici senza guidatore con diagnosi predittiva di ogni possibile guastoUn design leggero, arioso, minimalista, un guscio esterno futuristico realizzato con display e vetro e interni spaziosi: sembrano parole usate dagli architetti per descrivere una struttura all’avanguardia, ma in realtà si riferiscono a una classe del tutto nuova di veicoli e a una nuova frontiera della mobilità: shuttle elettrici senza guidatore che percorrono i centri delle città in modo silenzioso e che sono perfettamente connessi con l’ambiente. Presto vedremo questi mezzi nelle nostre città, utilizzati sia per il trasporto di merci sia per il trasporto di persone. Bosch può fornire componenti e sistemi per rendere gli shuttle a guida autonoma, connessi ed elettrici, ma tutto ciò non sarà realizzabile senza i servizi di mobilità. In futuro, Bosch offrirà anche questi servizi, riunendoli in un ecosistema intelligente e perfettamente connesso che comprenderà piattaforme di prenotazione, condivisione e networking, servizi di parcheggio e carica, oltre a soluzioni software per gestione e manutenzione dei veicoli, nonché servizi di infotainment durante il viaggio.

Manutenzione e attività amministrative

I servizi Bosch non finiscono quando termina la corsa di ride sharing: il sistema basato su videocamere per gli interni del veicolo è in grado di verificare se il passeggero ha dimenticato degli oggetti. In quel caso, lo shuttle lo informa direttamente tramite smartphone. Le videocamere possono rilevare anche la presenza di un chewing-gum sul sedile o di una tazza di caffè rovesciata, e dunque capire se è necessario pulire lo shuttle, e in tal caso provvedere immediatamente. Così ogni passeggero può iniziare il proprio viaggio in un veicolo pulito. Il servizio Bosch per gli aggiornamenti over-the-air è in grado di determinare se gli shuttle senza guidatore sono dotati dell’ultima versione di software. Esso rileva gli aggiornamenti software non appena sono disponibili e li esegue nel veicolo in modo sicuro e affidabile. Grazie ai sensori installati nel veicolo, la diagnosi predittiva  può monitorare la condizione dei componenti più importanti e inviare la notifica allo shuttle prima che si verifichi un guasto, riducendo il rischio di fermo veicolo. In futuro, Bosch raccoglierà gli aggiornamenti dal cloud di dati e le diagnosi predittive in una piattaforma integrata per la connettività, che fornirà alle case costruttrici e agli operatori del servizio di shuttle una panoramica costante sulla condizione dei mezzi, in modo che essi possano mantenerli sempre pronti all’uso. Tutti gli elementi legati alla sicurezza come accesso, connettività con il mondo esterno e aggiornamenti software, sono stati implementati da ESCRYPT, consociata di Bosch, specializzata nel settore della sicurezza dati.

 

Commenta