Accessori e tecnologia

Le radici del mito, lo sguardo nel futuro con Giannini Automobili

In precedenza abbiamo dedicato spazio al fenomeno dei musei d’impresa ed in particolare quelli allestiti da importanti case automobilistiche italiane. Così ci sembra doveroso puntare i riflettori sulla giornata di sabato 29 Ottobre che ha visto inaugurarsi il ‘Museo Giannini’ a Roma.

La Giannini Automobili, con il nuovo allestimento museale, ha chiamato a raccolta numerosissimi appassionati d’auto.

L’azienda è stata fondata nel 1920 dai fratelli Attilio e Domenico Giannini ed ha sede a Roma. Nacque come officina di riparazione meccanica e negli anni ’30 cominciarono a progettare e sviluppare vetture per Fiat, come la Topolino.

L’esposizione ripercorre la storia legata alla doppia mandata della FIAT, in particolare alla 500 e alla Uno. Intenditori e appassionati hanno contemplato la Giannini 590 Corsa Replica e la Giannini 650 NP Corsa, la Punto Drago e la Giaur 750, una sorta di navicella che viaggia oltre i 200 km/h!

‘Le radici del mito, lo sguardo nel futuro’

è lo slogan che rispecchia anche la filosofia aziendale che la famiglia Polverelli, con dedizione e passione, porta avanti da generazioni. E’ possibile appurare la lungimiranza dell’azienda nel percorso che sta intraprendendo verso le auto elettriche. Ciò confermato da Gioia Polverelli, figlia di Gaetano Polverelli, la quale immagina il progetto su una Fiat 500.

La madre Silvia Sordini Polverelli, consigliere delegato, afferma: “Quando è venuto a mancare mio marito Gabriele in azienda erano tutti preoccupati. Ma noi andiamo avanti come prima e più di prima. Io mi sento forse proprio perché senza le maestranze una ditta non può esistere. Loro sono il motore della Giannini Automobili.”

Azienda storica, valido esempio del made in Italy che riesce a distinguersi da più di 100 anni nel settore automobilistico.

Di Costanza Tagliamonte

Commenta