Inforicambi

Accessori e tecnologia

Che ore sono? Te lo dice lo #ScaniaClock

Tick, tock, truck! E’ così che Scania ha dato vita al primo orologio al mondo di autocarri in movimento. Lo #ScaniaClock è stato realizzato grazie ad un’impresa davvero colossale che ha visto l’impiego di 14 veicoli pesanti, 90 autisti, 24 ore, 70mila metri quadri in una pista di atterraggio deserta.  “Ogni veicolo - racconta Staffan Arvas, head of marketing communications Scania - era ottimizzato per svolgere uno specifico compito nell’orologio. Il monitoraggio in tempo reale e l’analisi dei dati, grazie ai nostri servizi di connessione, hanno reso possibile la riuscita dell’impresa”. Che non è stata assolutamente facile da realizzare.  Gli autocarri, infatti, che hanno formato l’orologio hanno dovuto affrontare varie difficoltà, a seconda della lancetta dell’orologio che andavano a formare. I veicoli che appartenevano alla lancetta dei minuti dovevano percorrere una pista circolare ogni 60 secondi per 24 ore. Il veicolo della corsia interna doveva mantenere una velocità costante di 13km/h, mentre il veicolo più esterno doveva mantenere una velocità costante di 53 km/h. Per gli autocarri che formavano le lancette dei minuti e delle ore, la sfida consisteva nel mantenere una sequenza perfettamente sincronizzata di partenze e fermate. Dietro all’avvincente iniziativa, il marchio del Grifone ha voluto evidenziare quanto sia importante la puntualità, la precisione e l’affidabilità nel trasporto a lungo raggio. 

Commenta