Inforicambi

Automotive

Bollo auto: 420mila veicoli a rischio radiazione dal P.R.A.

Da oggi sarà importante prestare ancora più attenzione al pagamento del bollo auto, attualmente una delle tasse più odiate dagli italiani. Ed infatti sarà maggiore il rischio in cui si incorrerà in caso di mancato versamento, andando incontro persino alla possibilità di vedere la propria auto radiata dal P.R.A. (Pubblico Registro Automobilistico).

Ma facciamo un passo indietro, alla genesi di tutto. Ed infatti fin dal 1992 esiste una legge che prevede la confisca dell’auto, senza possibilità di vedersela restituire, in caso di mancato pagamento del bollo per almeno 3 anni consecutivi. Il tutto accompagnato da una multa che può andare da 419 a 1682 euro. Questa  legge non è mai stata attuata ed infatti, l’unico rischio nel quale si incorreva fino ad oggi, risiedeva nel vedersi sequestrare l’auto.

Per ora sono 3 le regioni che hanno iniziato ad applicare il già citato articolo 96, secondo comma, del Codice della Strada. Si tratta di Lazio, Lombardia e Puglia. E c’è la seria possibilità che altre regioni decidano di adeguarsi alle 3 precorritrici.

E la radiazione dal P.R.A . è la sorte che, se tutto verrà confermato, toccherà ad addirittura 420mila auto. Tanti sono i veicoli individuati dall’Agenzia delle Entrate come inadempienti.

La procedura, come esplicitato dal Codice della Strada, prevede che “l’ACI., qualora accerti il mancato pagamento di detti tributi per almeno tre anni consecutivi, notifica al proprietario del veicolo la richiesta dei motivi dell’inadempimento e, ove non sia dimostrato l’effettuato pagamento entro trenta giorni dalla data di tale notifica, chiede la cancellazione d’ufficio del veicolo dagli archivi del P.R.A". A questo punto al proprietario inadempiente rimane l’unica strada di ricorrere, entro 30 giorni, al Ministero dell’Economia oppure presso un giudice.

                                                                                                                               Marco Ferazzoli

Commenta