Automotive

Il cuore dell'automotive batte in Italia

Componentistica cuore dell'automotive italianoIl prossimo 18 ottobre, presso l’Enterprise Hotel di Milano, avrà luogo un talk show durante il quale verranno affrontate due tematiche importanti che hanno come titolo:

  • “Il cuore dell’automotive batte in Italia” 
  • “Le nuove regole per il controllo delle emissioni”

L’evento è stato promosso da #FORUMAutoMotive, serbatoio di idee e di dibattiti sui temi della mobilità a motore.

Il tutto si concentrerà in un’unica giornata: una tavola rotonda col primo tema (di cui sopra) aprirà la mattinata e sarà condotta dal giornalista Pierluigi Bonora, fondatore di #FORUMAutoMotive, e dal giornalista Beppe Gioia. Il tutto si svolgerà con la moderazione di Gianluca Pellegrini, direttore di “Quattroruote”. Si parlerà di aziende della componentistica che vengono spesso messe in ombra, ma che costituiscono un’eccellenza del Made In Italy, il “cuore dell’automotive”.

A discuterne ci saranno alcuni importanti rappresentanti d’aziende leader del settore che nel 2016 ha chiuso con un fatturato in crescita, raggiungendo, secondo ANFIA, quasi 20 miliardi in export e contando 136.000 addetti. Tra gli esperti ci saranno: Paolo Zabeo, coordinatore dell’Ufficio Studi della CGIA di Mestre, Massimo Calearo Ciman, presidente di Calearo Antenne spa, Pierangelo Decisi, presidente Sigit Oman Automotive Group e Vicepresidente Anfia Componenti con delega all’internazionalizzazione,  Andrea Dell’Orto, vicepresidente esecutivo di Dell’Orto S.p.A,  Marco Do, direttore della comunicazione di Michelin, Gianluca Forneris, direttore commerciale di Cecomp e Vicepresidente Gruppo Carrozzieri e Progettisti Anfia. Sveleranno dati e trend del settore, con particolare attenzione alle relative problematiche.

Successivamente si affronterà la tematica delle nuove regole europee sulle “Real drive emissions”, dunque le quantità di inquinamento rilasciate dai veicoli con motore diesel e benzina, la cui misurazione non avverrà più solo in laboratorio, ma anche in strada. Queste sono già valide dal primo settembre, ma non sono ancora state affrontate in un dibattito pubblico. 

Si parlerà molto di passaggio all’elettrificazione delle flotte auto da parte delle case automobilistiche, che sembra stia avvenendo a velocità molto diverse da paese a paese (in Italia ad esempio vi è un’evidente la lentezza). Ci si rifarà ai dati dello studio “Electrification Index” della società di consulenza aziendale Alix Partners.

Ricapitolando: i riflettori saranno puntati sulla componentistica italiana e sull’impatto sul settore automotive delle nuove regole rispetto alle emissioni delle auto con motore diesel e benzina. Il tutto sarà cadenzato da domande e spunti vari ed eventuali: si parlerà dei cambiamenti di strategie delle Case Auto in concomitanza alle nuove regole, della strada che porta ai motori ibridi ed elettrici ‘puri’, si prefigurerà anche lo scenario dei brand che per primi potranno trarre vantaggio da questo cambiamento. 

Costanza Tagliamonte

Commenta