Automotive

Documento unico di circolazione: il Governo dice sì

Semaforo verde per il foglio unico di circolazione. Il Consiglio dei ministri, riunitosi lo scorso 23 febbraio, approva il decreto relativo al documento unico di proprietà degli autoveicoli che unisce il libretto di circolazione (Aci) e il certificato di proprietà dell'auto (emesso dalla Motorizzazione Civile). In questo modo si va verso una razionalizzazione dei processi di gestione dei dati di circolazione e di proprietà di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi. Ma il processo di integrazione non avverrà immediatamente. Bisognerà aspettare giugno 2018 quando la doppia documentazione confluirà in un unico foglio di circolazione. “Il rilascio del documento unico che sostituisce i due documenti attualmente previsti -  avvisa una nota stampa del Consiglio dei ministri -  è effettuato dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, ferma restando la responsabilità, in capo a ciascuna amministrazione (Ministero e Pubblico registro automobilistico-PRA) dei dati in esso contenuti. Le carte di circolazione e i certificati di proprietà, anche in formato elettronico, già rilasciati mantengono la loro validità fino a che non intervenga una modifica dei dati dei veicoli che richieda l’emissione di una nuova carta di circolazione”.

Commenta