Automotive

Cassazione: dopo tre anni le cartelle esattoriali per bollo auto sono illegali

Bollo auto tassaIl quotidiano online iltempo.it ci informa che con l’ordinanza 20425/2017, depositata qualche giorno fa, la Cassazione ha sancito che il bollo auto va in prescrizione nel caso in cui avessimo dimenticato di pagarlo e trascorressero tre anni (esattamente 36 mesi) dall’arrivo della cartella esattoriale da parte di Equitalia.

Semplicemente: passati tre anni dal primo gennaio dell’anno successivo a quello in cui è previsto il pagamento, la cartella ricevuta da Equitalia è considerata illegittima.

Tale decisione è stata presa successivamente al caso di un automobilista del Lazio. La Commissione tributaria provinciale aveva respinto il ricorso proposto dalla donna contro l’avviso di intimazione di pagamento (inviato dopo la ricevuta della cartella esattoriale) e relativo ad una tassa del 2001. La Commissione tributaria regionale invece si è mostrata contraria, dando ragione alla contribuente, procedendo all’applicazione della prescrizione triennale.

Anche i giudici del Palazzaccio hanno sostenuto il caso, appoggiando la prescrizione triennale e aggiungendo che la scadenza dei tre anni va applicata anche alla notifica dell’intimazione di pagamento ricevuta dalla donna.

Dunque che funga da esempio e da riferimento per tutti gli altri automobilisti italiani che si trovano con un bollo auto lasciato in sospeso. C’è da tener conto che comunque, passati i tre anni e ricevuta la cartella illegittima da Equitalia, il tutto va in ogni caso impugnato davanti ai giudici tributari.

Costanza Tagliamonte

Commenta