Automotive

Guida autonoma: da Mercedes ecco la Cooperative Car

L'evoluzione dell'universo automobilistico non è soltanto orientato verso la eco-sostenibilità del trasporto ma anche sulla guida autonoma .

Grande attenzione è infatti dedicata anche alla guida autonoma da parte della Merdeces Benz , da qui l'idea della Cooperative Car .

 Tutto l'ambiente che circonda l'auto è informato della sua esistenza e del movimento.

Le strisce luminose, che corrono lungo tutto la vettura, creano il segnale luminoso, gli specchi retrovisori esterni si aprono, si solleva il posteriore e successivamente il frontale della vettura.

Gli studi dimostrano che i pedoni apprezzano la comunicazione a 360 gradi di color turchese.

Sono state analizzate le reazioni dei pedoni in presenza di veicoli autonomi ed è emerso chiaramente come la segnalazione luminosa rappresenti un fattore decisivo sia ai fini del riconoscimento dei veicoli con guida autonoma , sia per quanto riguarda la sensazione di sicurezza da parte dei pedoni.

Quando un veicolo comunica, tramite segnali luminosi, la modalità di guida autonoma , comunica sicurezza intorno.

Ed è proprio la fiducia di tutto l'ambiente circostante il nuovo orizzonte da superare per l'approdo al futuro.

Nel 2015 Mercedes aveva presentato la concept car F 015 dotata, tra líaltro, di una griglia frontale digitale, impiegata anche come mezzo di comunicazione.

Nel 2016 il Vision Van presentava  indicazioni digitali a LED inserite a livello di frontale e posteriore.

Nel 2018 il Vision URBANETIC , riprende il concetto, essendo in grado di comunicare con il proprio ambiente attraverso un digital shadowing sulla carrozzeria.

Il gruppo Mercedes Benz sta così lavorando ad ulteriori soluzioni informative per l'ambiente esterno all'automobile: perché la sicurezza è anche comunicazione!

Marco Lasala 

Commenta