Automotive

Un'Italia a due velocità

Cilindrata auto in ItaliaAncora una volta Facile.it ci propone un curioso e interessante dato rinvenuto da una sua ricerca. Ci fa sapere che la cilindrata media delle auto in circolazione in Italia è di 1.486 cc.

Ovviamente non mancano le differenze tra le varie aree del Paese, tanto che si parla di un’Italia a “due velocità” in cui i primi posti della classifica sono occupati da province del Nord e del Centro, gli ultimi da aree del meridione.

Sul podio troviamo Bolzano, Trento e Vicenza con le auto più potenti da 1.664 cc e 1.625 cc, la spiegazione però sta nella diffusione di fuoristrada. A seguire Mantova e Treviso (siamo sui 1.570 cc).

Se ribaltiamo la classifica a partire dalle province con le automobili meno potenti, troviamo Napoli con veicoli da 1.363cc, a seguire Palermo con 1.389cc, al terzo posto la provincia di Carbonia-Iglesias con 1.406cc.

I fattori che determinano la scelta

Diego Palano, responsabile BU Assicurazioni di Facile.it, spiega: “Conformazione del territorio, tipologia di utilizzo e reddito del proprietario sono tra i principali fattori che determinano la scelta di un veicolo; non stupisce quindi vedere un divario marcato, in termini di cilindrata, tra le province meridionali e quelle settentrionali, che raggiunge addirittura il 20% se si confronta Bolzano con Napoli”.

Tra i vari fattori va considerata anche l’incidenza che la cilindrata ha sul costo dell’assicurazione, specialmente nel Mezzogiorno. Così Facile.it ha simulato un preventivo RCA per un automobilista residente a Napoli: stesso modello auto, identico utilizzo e alimentazione (benzina), ma potenza differente, una da 1.200cc e 60 cv, l’altra da 1.600cc e 182 cv. La vettura meno potente avrà un costo RCA di 614 euro annui, la più potente 769 euro, il 25per cento più caro. 

Di seguito due classifiche, delle auto con maggiore e minore cilindrata:

 

 

 

 

 

 

 

Costanza Tagliamonte
 

Commenta