Automotive

Jaguar E-Type Zero: la storia punta all’elettrico

Ha un qualcosa di speciale, perché se veste uno degli abiti più belli e sportivi della storia dell’automobilismo, di fatto ha un cuore elettrico: è la Jaguar E-Type Zero .

Si tratta di un’autentica quanto costosa E-Type, restaurata integralmente e trasformata poi dalla divisone Jaguar Land Rover Classic Works di Coventry, in una vettura a totale propulsione elettrica.

E’ spinta da un propulsore elettrico da 220 kW, realizzato espressamente per questa vettura, un cuore green che sostituisce e che pesa esattamente come il sei cilindri che equipaggia la XK , propulsore che montava sulla E-Type originale. 

Le batterie sono al litio, la sua autonomia è di 270 km, la Jaguar E-Type Zero utilizza batterie da 40 kWh, unità che richiedono un arco di tempo variabile dalle sei alle otto ore, per ricaricarsi totalmente. 

Enzo Ferrari la definì come l’auto più bella mai realizzata, di fatto la Zero si comporta su strada esattamente come la vettura originale, grazie ad una distribuzione dei pesi invariata ed a un peso complessivo del corpo macchina, inferiore di 46 chili.

Marco Lasala

Commenta