Automotive

Jeep Renegade punta sul tre cilindri turbo

Una gamma rinnovata, un SUV che ha saputo rinnovarsi puntando su di una tecnologica green, così la nuova Jeep Renegade giunge ad una maturità tale da proporre motorizzazioni inedite e potenti.

Nella sua evoluzione, la nuova Jeep Renegade vale far breccia sugli automobilisti europei, garantendo affidabilità e basso impatto ambientale, così all’interno della sua variegata gamma di motorizzazioni, spicca il tre cilindri da un litro, proposto in due stadi di potenza. 

Il cambio manuale a sei marce viene offerto come alternativa all’automatico doppia frizione DCT, mentre il tre cilindri turbo da mille centimetri cubici, punta alla doppia potenza, 120 e 150 cavalli. 

Durante la nostra prova su strada, nel cuore di Balocco (Torino), se il mille 3 cilindri da 150 cavalli ha soddisfatto pienamente le aspettative, complice anche una coppia di 290 Nm, la vera sorpresa per silenziosità di marcia, fluidità di erogazione e prontezza di risposta dell’acceleratore è stata la motorizzazione da 120 cavalli, unità che secondo noi, sarà il cuore della gamma Renegade.

Da non dimenticare che la Renegade Model Year 2019 viene offerta anche con motorizzazione Diesel da 1,6 litri con 120 e 140 cavalli e con il due litri da 170 cavalli, quest’ultimo proposto in abbinamento ad un cambio automatico a 9 marce e trazione integrale. 

Renegade è anche voglia di distinguersi: Mopar propone una vasta gamma di accessori in grado di rendere il SUV ancora più personale, grazie ad una molteplice offerta di cerchi in lega, calotte specchi e decalcomanie. 

Marco Lasala

Commenta