Automotive

Le auto più rottamate del 2017

Rottamazione auto 2017La possibilità di rottamare la propria auto vecchia e sostituirla con una nuova è pratica abbastanza allettante, soprattutto quando l’auto che intendiamo dar via può essere discretamente remunerativa tanto da coprire i costi per l’acquisto di un’altra.

I dati dell’Osservatorio sulla ricerca dell’auto online del portale DriveK (specializzato nella configurazione di vetture nuove) esprimono esattamente quali sono le auto più rottamate del 2017. In pole position troviamo due modelli della casa FCA: la Fiat Punto e la Fiat Panda. Il motivo per cui gli italiani rottamano queste vetture sta nel fatto che, ad oggi, sono i veicoli più presenti sulle nostre strade, da soli arrivano a rappresentare quasi il 10 per cento di tutti i veicoli dati in sostituzione. L’analisi è stata svolta su un campione di duecentomila ricerche organiche che gli italiani hanno fatto nel corso del 2017 per trovare l’auto giusta e specificando di quale intendono disfarsi. In media sono auto immatricolate nel 2006 con circa 145.000 chilometri (120.000 km a benzina e 180.000 km a diesel). Dunque, se volessimo riprendere la classifica stilata da DriveK, troveremmo al terzo posto uno dei modelli più apprezzati nell’ultimo decennio, la Lancia Ypsilon seguita dalla Renault Clio, la Ford Fiesta e la Ford Focus.

I motivi per cui si sceglie di rottamare la propria auto sono vari e per questo sono state messe a confronto le tipologie dei veicoli rottamati con quelli che li hanno sostituiti.  Al di là del possibile deterioramento, sono venuti fuori altri motivi come: cambiamenti dello status familiare, nuove esigenze di utilizzo del veicolo, o semplicemente la voglia di possedere una diversa tipologia di automobile. Si possono evincere quindi alcuni modelli di comportamento:

- Solitamente chi dà in permuta una berlina due volumi acquisterà la stessa tipologia di veicolo (44 per cento), un SUV (25 per cento) o un crossover (17 per cento);

- Le citycar, allo stesso modo, il più delle volte sono sostituite da modelli simili (50 per cento dei casi), da un SUV (22 per cento) o ancora un crossover (14 per cento);

- Chi invece dà una berlina tre volumi, nella maggior parte dei casi sceglierà un SUV (47 per cento);

- La berlina diventa la scelta di chi vuole dare in permuta un coupé (35 per cento), da qui si evince la necessità di utilizzo diversa dettata da un cambio di abitudini.

- Chi possedeva un SUV lo sostituisce con un altro (65 per cento), questo atteggiamento evidenzia l’esigenza di restare su veicoli dall’assetto rialzato e moderno.

«Il 2017 non è l’anno in cui torniamo a superare i 2milioni di auto nuove vendute, ma si chiude con numeri davvero positivi per l’intero comparto – dichiara il fondatore e CEO di MotorK, società proprietaria del portale DriveK, Marco Marlia  – Il ricorso ai car configurator da parte degli italiani si è affermato come prassi sempre più comune per ottimizzare il processo di selezione del veicolo nuovo da acquistare, riducendo il carico di ansia ed incertezza che si accompagna all’euforia che contraddistingue questo cruciale momento per la vita delle famiglie».

Lasciamo di seguito la classifica delle 15 auto più rottamate nell’anno 2017 (la percentuale è espressa sul totale dei veicoli dati in permuta):

  1. Fiat Punto: 5,7%
  2. Fiat Panda: 3,4%
  3. Lancia Ypsilon: 2,8%
  4. Renault Clio: 2,8%
  5. Ford Fiesta: 2,4%
  6. Ford Focus: 2,2%
  7. Renault Megane: 2,2%
  8. Opel Corsa: 2,1%
  9. Citroen C3: 1,9%
  10. Volkswagen Golf: 1,9%
  11. Toyota Yaris: 1,9%
  12. Opel Astra: 1,8%
  13. Mercedes Classe A: 1,7%
  14. Fiat 500: 1,5%
  15. Volkswagen Polo: 1,1%

Costanza Tagliamonte

Commenta