Automotive

Lexus e Porsche guidano la classifica delle auto più “affidabili”

Come avviene con cadenza annuale da 28 anni ormai, JD Power, importante società di marketing americana, è andata a classificare le auto in base alla loro “affidabilità”. Nel corso di questo studio, la società losangelina ha preso in considerazione i modelli di auto in vendita negli Stati Uniti nel corso del 2014 e, basandosi sui giudizi di 35.186 proprietari che hanno registrato tutti i problemi riscontrati sulle loro auto durante il 2016, è andata a stilare una classifica.

Durante i 12 mesi presi in considerazione sono emersi 177 diversi problemi, raggruppati in 8 macrogruppi e successivamente pesati in base alla gravità del problema, assegnando quindi un diverso valore per ogni difetto riscontrato. Ciò ha portato alla creazione di un indice percentuale, il PP100, che ha permesso di andare a mettere in fila le diverse marche considerate. Un PP100 più elevato è indice di un grado di affidabilità più basso.

Ed a comandare la classifica ci sono Lexus (per la sesta volta di fila in testa) e Porsche che condividono ex aequo la prima posizione con un PP100 di 110, il più basso del lotto. Sul gradino più basso del podio troviamo Toyota (123) che conferma il dominio del gruppo nipponico (Lexus è il brand premium della casa giapponese). A completare la top ten troviamo:  Buick (126), Mercedes-Benz (131), Hyundai (133), BMW (133), Chevrolet (142), Honda (143) e Jaguar (144).

Decisamente poco lusinghiero il quadro che esce da questo studio per le auto del gruppo Fiat Chrysler Automobiles che hanno dominato la parte sbagliata della classifica. Ed infatti, in ultima posizione (e nettamente staccata dalle altre) troviamo le auto Fiat (298) e, procedendo a ritroso, ci sono Jeep (209), Dodge (183) e Ram (183); un dominio intervallato solo dalla presenza di Infiniti (203) in terzultima posizione.

Marco Ferazzoli

Commenta