Automotive

Nuova Audi Q7: tecnologia mild-hybrid

A distanza di quattro anni dal suo debutto sui mercati internazionali, Audi presenta la nuova Q7

Un cambio radicale con il passato, la nuova Audi Q7 si aggiorna nell’estetica e nei contenuti tecnici. 

Rispetto alla sorella maggiore, la Q8, condivide tecnologia e dinamicità. 

Tre le novità figurano i nuovi comandi a sfioramento, con l’inedito MMI touch risponde, i proiettori LED Matrix HD con luce laser e la tecnologia mild-hybrid 48 volt.

Di serie sono proposti la trazione integrale Audi Quattro e il cambio automatico tiptronic a 8 rapporti.

Sul fronte motorizzazioni si parte dal 6 cilindri di 3 litri da 231 cavalli e 500 Nm di coppia massima per la Q7 45TDI per passare alla 50 TDI da 286 cavalli e 500 Nm di coppia massima, quest’ultima accreditata di una velocità massima pari a 240 km/h ed uno 0-100 km/h in soli 6,3 secondi. 

Punta di diamante è la Q7 55 TFSI da 340 cavalli, si tratta di una motorizzazione plug-in hybrid che ha una potenza massima di 340 cavalli: velocità autolimitata elettronicamente a 250 km/h e 0-100 in meno di 6 secondi. 

La tecnologia mild-hybrid a 48 volt, di serie, consente un netto risparmio in termini di consumi di carburante: Audi ha calcolato che per ogni 100 chilometri il risparmio è di 0,7 litri, inoltre la presenza a bordo della rete elettrica a 48 volt, prevede un alternatore starter comandato a cinghia che consente di recuperare fino a 8 kW in decelerazione. 

L’energia recuperata viene così immagazzinata in una apposita batteria agli ioni di litio che alimenta la rete elettrica di bordo.

Marco Lasala

Commenta