Inforicambi

Automotive

Viaggi su una di queste autostrade?

Tempi duri per gli automobilisti che si mettono in viaggio. Il 2017 porta degli aumenti per quanto attiene i pedaggi autostradali. Lo comunica il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, motivando il nuovo adeguamento tariffario “dall’applicazione – si legge in una news sul sito - di quanto contrattualmente previsto dalle convenzioni uniche stipulate dal 2007 in attuazione della legge di riforma del settore n. 296/2006 unitamente alle Delibere Cipe del 2007 e del 2013 che hanno stabilito le formule tariffarie e criteri di calcolo”. Diverse le arterie nazionali soggette al rincaro: ATIVA S.p.A. (0,88%), Autostrade per l’Italia S.p.A.(0,64%), Autovie Venete S.p.A. (0,86%), Brescia-Padova S.p.A. (1,62%), CAV S.p.A. (0,45%), Autocamionale della Cisa S.p.A. (0,24%), Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. (1,50%),  Tangenziale di Napoli S.p.A. (1,76%),  RAV S.p.A. (0,90%); SAT S.p.A. (0,90%), SATAP S.p.A. Tronco A4 (4,60%), SATAP S.p.A Tronco A21. (0,85%), Torino - Savona S.p.A. (2,46%), Strada dei Parchi S.p.A. (1,62%), Bre.be.mi. (7,88%),TEEM (1,90%) e Pedemontana Lombarda (0,90%).

Commenta