Inforicambi

Automotive

Rc auto: su il costo medio dell’assicurazione

Tornano a salire i prezzi dell’Rc auto. È uno studio di Facile.it (portale italiano per la comparazione di assicurazioni auto e moto), effettuato su un campione di circa 1 milione di preventivi fatti durante l’ultimo anno, a mettere in mostra come i premi abbiano subito un rincaro medio dell’11,6 per cento (e del 6,98 per cento nell’ultimo semestre), portando i prezzi ad un costo medio di 566 euro.

Andando ad analizzare l’andamento dell’incremento nelle singole regioni, si nota come sia estremamente disomogeneo, raggiungendo i valori più alti in Trentino-Alto Adige (+18,34 per cento, con un premio medio di 421,24 euro), Molise (+17,85 per cento, 538,58 euro) e Valle d’Aosta (+15,92 per cento, 359,03 euro). Al contrario, gli incrementi inferiori si sono registrati in Veneto (+8,97 per cento, 464,89 euro), in Basilicata (+7,75 per cento, 492,18 euro) ed in Puglia (+5,44 per cento, 671,25 euro). Non ci sono stravolgimenti invece nella poco lusinghiera classifica delle regioni “più care” con la Campania che si conferma, come da tradizione, la più onerosa per i guidatori, costretti a spendere in media 933,84 euro per assicurare il proprio veicolo (con Caserta che si conferma provincia “più cara”).

"Per la prima volta da che conduciamo questa analisi ha dichiarato Diego Palano, responsabile BU Assicurazioni Facile.it i prezzi medi delle assicurazioni RC auto sono aumentati in tutte e 20 le regioni italiane e solo 2 province hanno vissuto lievi diminuzioni di costo. I consumatori, però, oggi hanno imparato ad orientarsi meglio fra le proposte disponibili sul mercato e questo gli consente di risparmiare, indipendentemente dal loro profilo di automobilista".

Marco Ferazzoli

Commenta