Automotive

Un anno da ricordare per Seat

Il 2018 sarà un anno da incorniciare per il marchio Seat, azienda che negli ultimi 12 mesi ha visto un incremento della produttività ed il conseguimento di una serie di riconoscimenti incredibili. 

Durante quest’anno, Seat ha ricevuto oltre 60 premi tra nuove vetture ed iniziative aziendali, ma il 2018 ha visto anche la nascita del marchio Cupra, divisione sportiva capace di dar vita ad auto dalle prestazioni esaltanti. 

Presente in oltre 80 paesi, Seat ha proseguito sulla strada della digitalizzazione, realizzando traguardo dopo traguardo una serie di primati di prim’ordine.

Un utile di 281 milioni di euro, 470.000 esemplari venduti, un fatturato superiore a 9,5 miliardi nel solo 2017, Seat corona quest’anno anche con la nascita di Tarraco, un SUV di grandi dimensioni il cui nome è stato espresso da un voto popolare di oltre 146.000 fan.

Ma non solo numeri ma anche espansione, Seat entra nella joint venture JAC Volkswagen, e nel 2021 varcherà il confine Cinese con un proprio marchio, grazie ad una serie di accordi strategici che ne sanciranno il definitivo ingresso anche nel mondo della elettrificazione. 

Il futuro vede il marchio spagnolo proiettato verso l’Africa, la Norvegia ed una serie di paesi che sembrano percepire al meglio l’ingresso della tecnologia della Ibiza, Arona e Leon

Un orizzonte fatto anche di connettività, dopo la recente collaborazione con Waze, Seat ha stretto una serie di accordi con Shazam, inserendo questa app all’interno del sistema di infotainment delle proprie vetture. 

Marco Lasala 

Commenta