Inforicambi

Automotive

Venerdì 17 e la sfiga al volante: amuleti, credenze e riti scaramantici

Venerdì 17: qualcuno lo inquadra e lo vive come ‘un giorno sfigato’, sulla scia del venerdì 13 e del numero 17. Allora Inforicambi cavalca l’onda e oggi parla di sfiga e precisamente di sfiga al volante!

Si, perché il 56 per cento degli italiani non si reputa superstizioso eppure siamo quasi sicuri che se vedesse un gatto nero attraversare la strada, giusto per sicurezza, farebbe marcia indietro.

Facile.it,  compratore in Italia di polizze auto, ha svolto un sondaggio su un campione di automobilisti italiani ed ha rilevato che il 44 per cento di questi ultimi riconosce la propria scaramanzia e ammette di possedere amuleti, portafortuna e di lasciarsi andare a riti strambi.

Nel totale degli scaramantici, il 17 per cento si ferma, accosta o fa inversione di marcia se un gatto nero dovesse permettersi di attraversare la strada davanti ai loro occhi.

L’8,8per cento, quasi un automobilista su 10, in situazioni di eventuale o reale sfortuna cede ad atti scaramantici, i classici, come quello delle corna ad esempio.

Mentre il 7,2 per cento dichiara di possedere in auto un amuleto, un totem, un oggetto portafortuna. Tra i più utilizzati: il corno rosso, il quadrifoglio, ferro da cavallo o un oggetto che rappresenti la squadra del cuore.

Qualcuno invece, non può evitare di lasciarsi andare a strani riti: per arrivare in orario ad un appuntamento deve necessariamente fare un giro completo attorno all’automobile prima di salirci, stiamo parlando del 3,6 per cento degli italiani, così come quelli che 'guai se superi un carro funebre vuoto!'

E tornando al 17, una piccola ma considerevole parte di guidatori non accetta mai che il contachilometri segni il numero 17: rimettono in moto e fanno il giro dell’isolato per arrivare a 18, altri molto più semplicemente se è venerdì 17 rifiutano di mettersi alla guida.

Insomma, il mondo degli scaramantici incalliti sembra essere vasto e vario (nonostante il 56per cento VS il 44%) e nessuno ha intenzione di rinunciare alle proprie abitudini ed alle forti credenze che le accompagnano. E voi invece, ci credete? Se si, quali sono i vostri riti scaramantici alla guida?

 

Costanza Tagliamonte

Commenta