Inforicambi

Donne e motori

Alla guida con le infradito o con i tacchi alti: è un’infrazione?

Dalle zeppe alle ballerine, dal tacco 12 ai sandali modello schiava, passando per le sneakers: le scarpe sono una vera passione per le donne che non rinunciano a seguire la moda neppure alla guida. 

Quando si guida una vettura la comodità delle scarpe è importante tanto quanto (se non di più) l’aspetto estetico, sia per la propria sicurezza sia per l’incolumità degli altri.

Quali sono le scarpe più adatte per guidare? Le temperature miti di questa primavera inoltrata richiamano le calzature aperte che lasciano libero il piede ma, probabilmente, alla guida le scarpe da ginnastica sono più comode di quelle con plateau alto o delle infradito. 

E che cosa dice in proposito il Codice della strada? Dal 1993 non sussiste più alcun divieto esplicito circa l’uso di calzature aperte durante la guida né è vietato guidare a piedi nudi.

Nessun divieto esplicito di condurre i veicoli indossando calzature aperte

Fatto salvo il Principio informatore della circolazione (articolo 140, comma 1), del Codice della strada che recita: "Gli utenti della strada devono comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione e in modo che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale", e l’articolo 169, comma 1, che stabilisce che "in tutti i veicoli il conducente deve avere la più ampia libertà di movimento per effettuare le manovre necessarie per la guida", In Italia, oggi, non esiste alcun elenco di calzature vietate alla guida. 

Massima discrezionalità da parte del conducente 

E sul sito della polizia di Stato, si legge che "Il conducente deve autodisciplinarsi nella scelta dell’abbigliamento e degli accessori al fine di garantire un’efficace azione di guida con i piedi (accelerazione, frenata, uso della frizione)". 

In caso di incidente l’assicurazione potrebbe rivalersi sul conducente

La legge, quindi, permette di guidare con le scarpe senza cinturino, e la guida con infradito non può essere sanzionata ma in caso di incidente potrebbe esserci qualche sorpresa. 

In sede di contenzioso, infatti, qualora il contratto RC Auto stipulato tra le parti non preveda specifica clausola di rinuncia alla rivalsa, l'assicurazione potrebbe rivalersi nei confronti del conducente per il pagamento di parte del risarcimento se dall’annotazione della Polizia si evincesse che l’inadeguatezza della calzatura ha inciso negativamente sulla sicurezza alla guida.

Buon senso alla guida!

Dunque, guidare con le infradito è possibile e gli zoccoli o i piedi nudi non costituiscono un rischio di multa, ma non è certo questo il modo più sicuro di guidare. 

Per guidare in tutta sicurezza, quindi, il consiglio è quello di sedersi al volante con indosso un paio di scarpe chiuse e senza tacco troppo alto. Ottime le ballerine che assicurano una buona azione sul freno e sull’acceleratore. E per chi proprio non riuscisse a farsi persuadere da questo modello, suggeriamo di lasciare lo stiletto sul sedile posteriore per un cambio al volo prima di entrare in discoteca o al ristorante. Purché avvenga a motore spento, naturalmente!

A cura di: Roberta Collina

Commenta