Inforicambi

Donne e motori

Lavoro rosa: Renault-Nissan in prima fila per l’occupazione femminile

L’alleanza Renault-Nissan, uno dei maggiori Gruppi automobilistici mondiali, rafforza il suo impegno nella prospettiva di ridurre le diseguaglianze tra uomini e donne. L’azienda ha avviato numerosi programmi nel mondo e, più particolarmente sui mercati nazionali, per assumere, mantenere nel posto di lavoro e promuovere il personale femminile.  La percentuale di donne (in particolare nelle funzioni manageriali) è aumentata rispetto all’anno scorso in entrambe le aziende Renault e Nissan. Il 2014 è stato un anno eccezionale per i nuovi progetti tesi a favorire l’assunzione, il mantenimento nel posto di lavoro e la promozione delle donne in Renault e Nissan, la cui alleanza rappresenta il 10 per cento delle autovetture vendute nel mondo. Tra i progetti in corso: quello di Renault che ha lanciato un programma di reclutamento in uno stabilimento in Algeria, che ha consentito di assumere 350 persone, di cui il 40 per cento donne. Poi, fra gli altri, c’è quello di Nissan che continua ad estendere il concetto di vendita “Ladies First” in Giappone, modello di concessionaria gestita e diretta essenzialmente da donne. Situato a Fuchu, nella periferia di Tokyo, questo punto vendita raffinato ed elegante comprende una nursery ed un ampio spazio giochi per bambini. L’obiettivo è fare in modo che le donne e gli acquirenti di una prima auto percepiscano il calore dell’accoglienza. 

Commenta