Inforicambi

Donne e motori

Mercedes GLC: il suv della Stella piace alle donne

Alle donne piacciono i suv. A confermarlo è la giornalista d’auto Silvia Terraneo che ha recepito il sentiment di amiche e conoscenti. La risposta è quasi sempre la stessa: "mi dà la sensazione di sicurezza”,  “è rialzata come vettura”“così quando arrivo mi vedono bene”. Un sentore rafforzato e confermato ulteriormente dal nuovo test drive che la Terraneo ha fatto a bordo della Mercedes GLC. Suv spazioso, accogliente, sicuro e tecnologico. “Sono piacevolmente soddisfatta – spiega -  della mia guida senza strappi e morbida. Quasi ‘volavo’ leggera e sicura. Sentivo il passo felpato del mio andare senza paura”.

 

Come cambia la GLC rispetto alla GLK 

Crescono le dimensioni di 120 mm in lunghezza 4,66 mt, 10 mm in altezza e 50 mm in larghezza. Il frontale squadrato della GLK si “ammorbidisce” in linea con i moderni suv di Mercedes. I fari sono pronunciati, in opzione i Led High Performance. E il paraurti con protezione del sottoscocca integrata è offerto in tre varianti base, off road, Amg. Appena salita a bordo troviamo di tutto e di più spaziosa e accogliente, la GLC non pecca in nulla: il touchpad è collocato nel poggia mano, sopra il comando a manopola si trova all’altezza giusta nella consolle centrale che si interfaccia con il display e la consolle centrale. Da qui possiamo veramente gestire tutto, ecco meglio sempre farlo da fermi e non al passo: un consiglio mio perché le distrazioni sono sempre in agguato...
 

Bagagliaio

IL vano bagagli è cresciuto di dimensioni raggiungendo i 550 litri di capienza che diventano 1.600 litri con i sedili abbattuti.
 

Versioni

La GLC è proposta in tre modelli tutti Euro6 con il cambio di serie 9G-Tronic, tutti equipaggiati di serie con la trazione integrale permanente 4MATIC:  GLC 220 d 4MATIC diesel 170 CV; GLC 250 d 4MATIC diesel 204 CV e GLC 250 4MATIC benzina, 211 CV.
 

Alla guida

E’ davvero una passeggiata. La sua dimensione di certo non mi intimidisce. Seduta al volante ho tutto a portata di mano e con il cambio automatico e i paddles al volante sta a me scegliere se “smanettare” o lasciare fare a lei ho persino cinque programmi messi a disposizione per decidere quale modalità di guida è più idonea al mio tragitto: eco, comfort, sport, sport + e individual.  L'occhio mi cade subito su sport +. Ma sono in città e prediligo una guida Eco.
 

Test drive

Il mio test drive non si esaurisce on the road ma prosegue a Monza all'interno dell'Autodromo. Niente pista ma terra, erba, e tanta polvere per provare in toto la GLC in situazioni impegnative e off road dove ho testato le sospensioni pneumatiche Air Body Control, capaci di garantirci una minore o maggiore altezza da terra in base alle nostre esigenze e al percorso che si deve affrontare.

 

Off road

Durante la guida off road a bordo con Alan, l'istruttore che si è fidato di avermi al volante, abbiamo superato ostacoli e salite con una facilità che mai mi sarei aspettata. Sono piacevolmente soddisfatta della mia guida senza strappi e morbida: quasi ”volavo” leggera e sicura. Sentivo il passo felpato del mio andare senza paura.

 

 

Rubrica a cura di www.shemotori.it

Commenta