Fiere ed eventi

Ricostruire per Riparare: piace l’aperitivo solidale

Ricostruire per Riparare - Aperitivo SolidaleBilancio positivo per l’aperitivo solidale di Ricostruire per Riparare, l’iniziativa degli autoriparatori italiani per aiutare i loro colleghi che subiscono calamità naturali, svoltasi nella cornice di Automotretrò, il salone torinese dedicato alle auto e moto storiche e da collezione.  Svoltosi in due punti dei corridoi centrali grazie alla collaborazione di Aci Storico, dell’Associazione Cuochi Torino, di allievi e docenti degli istituti alberghieri e delle forze dell’Ordine (con agenti in divisa che hanno dato il benvenuto agli ospiti)l’evento  ha visto la partecipazione di tutti gli aderenti all’iniziativa.  “Ringraziamo tutti”, ha dichiarato Renato Gallo, anima del progetto, “e in particolare Aci e l’organizzazione di Automotoretrò, che ha sostenuto il nostro progetto per il secondo anno. Siamo partiti da poco, siamo già famosi ma non ci basta.  Riparare per Ricostruire deve diventare come il pronto soccorso di un ospedale: facile da raggiungere, attrezzato, pronto a reagire. Per questo dobbiamo trovare nuovi collaboratori lungo tutta la filiera dell’autoriparazione: flotte, fornitori, riparatori, clienti di ogni genere e anche i media, senza i quali il progetto non può essere comunicato e diffuso”. Gallo ha poi rimarcato l’importanza del progetto solidale, nato in occasione del terremoto dell’Italia centrale. Ma che vuole essere un punto di riferimento per tutti gli autoriparatori la cui attività viene colpita da calamità naturali. “Il nostro ruolo – ha concluso - diventa particolarmente importante quando i tempi di reazione delle istituzioni, come purtroppo recentemente è successo, si allungano troppo rischiando di causare la chiusura delle aziende”.

Commenta