Fiere ed eventi

Torna l’European Truck Festival

Resta a Brescia ma cambia sede e data: focus  sulle motorizzazioni alternativeL’European Truck Festival, il più grande e importante raduno di camion del nostro Paese, dopo le cinque edizioni organizzate presso l’Autoparco Brescia Est si trasferisce e cambia data: non più a settembre ma il 29 e 30 giugno 2019, mentre la location sarà il Centro Fiera di Montichiari, sempre in provincia di Brescia, in un crocevia ideale tra le aree di Brescia, Bergamo, Mantova, Cremona e Verona, in un territorio con un’altissima densità di imprese. L’ European Truck Festival, nei suoi 5 anni di vita, è cresciuto in maniera esponenziale, sia come quantità e qualità dei camion iscritti, sia come numero di visitatori e di espositori. “Riteniamo che un’ ulteriore crescita, con le strutture dell’Autoparco Brescia Est - dice Ventura Rino Acito, responsabile creativo di Oltre Eventi, la struttura che organizza e gestisce l’evento - sia praticamente impossibile, da qui l’idea del trasferimento. A dire la verità, l’idea è stata incoraggiata anche dal Centro Fiera di Montichiari, che diventa partner di Oltre Eventi per l’organizzazione dell’edizione 2019. Le grandi aree all’aperto del Centro Fiera permetteranno, per il raduno, di accettare molti più veicoli rispetto alle scorse edizioni e, in generale, di dare più spazio agli spettacoli, alla musica, ai giochi per bambini”. “Il Raduno vicino all’Europa”, come ormai molti appassionati chiamano l’ETF, sia per la location nei pressi delle grandi arterie continentali, sia per il grande numero di partecipanti stranieri, nella scorsa edizione ha registrato 250 camion iscritti, un’affluenza di circa 30mila persone e una quarantina di espositori di settore e non. “Le novità i quest’anno saranno tante – dice ancora Acito – la prima è che ci sarà uno spazio dedicato ai veicoli commerciali leggeri e uno dedicato al mondo “green”, ai veicoli, cioè, con motorizzazioni alternative. Non si tratterà soltanto di un’esposizione di veicoli, ma di un’occasione per parlare anche e soprattutto di futuro del trasporto”

Commenta