Green

Emissioni: multate Ferrari ed Aston Martin

Emissioni: multate Ferrari ed Aston Martin

L’Agenzia Europea dell’Ambiente (AEA), organismo dell’UE deputato al monitoraggio delle condizioni ambientali in Europa, ha, come ogni anno, diffuso il report sulle emissioni medie delle diverse case automobilistiche. Questo report fa riferimento alle emissioni di CO2 di tutte le auto vendute nell’UE nel 2015. E tutto ciò assume maggior interesse per il potere concesso all’AEA di poter multare tutti coloro che non si conformano alle direttive emesse.

Sono 2 le case automobilistiche che nel 2015 hanno sforato i limiti prestabiliti. Ed infatti, Ferrari ed Aston Martin sono state considerate inefficienti da questo punto di vista. La casa di Maranello è stata multata di 410.760 euro per aver raggiunto emissioni pari a 299,4 g/Km contro i 295 g/km autorizzati. Meglio è andata alla casa britannica, multata di  36.370 euro per aver superato il limite imposto di 310 g/km con emissioni da 312,2 g/km.

La preoccupazione principale non è certo costituita dalle multe, irrisorie per 2 marchi come Ferrari ed Aston Martin, ma è dovuta al fatto che i limiti imposti dalla AEA diventeranno via via più stringenti nei prossimi anni. Ed in previsione di ciò, pur essendo rimasti nei limiti stabiliti per le emissioni del 2015, ci sono altre case come FCA, Ford, BMW e Opel che dovranno impegnarsi nel prossimo futuro nel contenimento delle emissioni per non sforare i nuovi obiettivi fissati dall’Agenzia.          

Nel complesso, è importante sottolineare che la media totale delle emissioni si è attestata sui 119,5 g/km,  un risultato migliore rispetto ai 130 g/km richiesti per l’anno in questione. Ciò è stato possibile soprattutto grazie ai risultati raggiunti dalle 3 case transalpine: Peugeot, Citroën e Renault, risultate le più pronte ad adeguarsi alle direttive AEA.

Di Marco Ferazzoli

Commenta