Interviste

FTS-CONTEC: sempre più al fianco di ricambisti e officine

DI STEFANO BELFIORE

L'amministratore delegato Andrea GhezziCreare un link sempre più stretto con ricambista e officina, estendendo le competenze della forza vendita. Il tutto con l’obiettivo madre di essere l’unico e primo riferimento della clientela in qualità di esperti multi-prodotto. In una congiuntura storica dove il nostro post vendita vive una forte movimentazione e selezione, FTS-Contec (operante nei settori turbocompressori, termico e cambi)  vuole accreditarsi sempre più come partner affidabile in aftermarket. Ad evidenziarlo è Andrea Ghezzi (nella foto), neo Ad del Gruppo, reduce da un passaggio generazionale che proietta le aziende  a nuove ed avvincenti sfide future. Il mercato è quello dei turbocompressori nuovi e revisionati originali nonché l’assistenza tecnica in qualità di distributori ufficiale di importanti brand per l’aftermarket. E sulla lotta alla contraffazione dice: “Da sempre ci impegniamo a diffondere la cultura dell'originale con tutti i mezzi a nostra disposizione. Il consumatore finale deve diventare protagonista attivo e consapevole nella scelta di un prodotto fondamentale per il corretto funzionamento del suo veicolo”.

 

Qual è innanzitutto l’esito che l’azienda porta a casa di ritorno da Autopromotec 2017?

Anche per questa edizione 2017, l’Autopromotec bolognese si conferma un importante punto di incontro per tutti gli operatori del mercato IAM, dove la partecipazione di FTS-CONTEC ha registrato soddisfacenti risultati. Notevole l’affluenza presso i nostri stand che ci ha permesso di presentare le novità di prodotto/servizio ed i piani di sviluppo. L’edizione 2017 è stata, infatti, molto importante per comunicare in prima persona ai nostri clienti, e in generale al pubblico dell'aftermarket, i rilevanti cambiamenti organizzativi che hanno coinvolto le due aziende.

Quali sono?

Centro di ricerca e sviluppoInnanzitutto il rinnovamento legato al cambio generazionale che vede Elisa Ferrero, figlia di Ferdinando, vicepresidente del Gruppo e la mia nomina ad amministratore delegato da gennaio 2017. Parallelamente, è stata operata una rimodulazione del team commerciale con nuovi sales area manager più focalizzati sul cliente per area geografica.  Questi ed altri cambiamenti in corso sui processi interni e su nuovi progetti sono l’oggetto testimoniato dalla campagna di comunicazione presentata ad Autopromotec 2017, incentrata sui verbi “Repower”, “Change” e “Refresh”. Un nuovo team e nuove idee che, partendo dalla lunga storia di FTS-CONTEC, hanno il compito di proiettare le aziende del Gruppo nel futuro, con modalità operative ricalibrate e più ampia delega manageriale per affrontare le prossime sfide che proporrà il mercato.

 

Nel palcoscenico fieristico, FTS-CONTEC ha messo in vetrina un importante ampliamento di gamma. Tra cui il brand  EATON Automotive con le frizioni declinate all’heavy duty…

Oltre ad aver raccolto un riscontro positivo dai clienti e dal pubblico che ci ha fatto visita, l’evento è stato anche occasione per presentare l’ampliamento di gamma al marchio EATON di cui abbiamo presentato alcune applicazioni particolari come le frizioni in ceramica e di cui potremo distribuire a breve altre linee prodotto, tra cui giunti autobloccanti, trasmissioni e valvole motore

Con la sua nomina, in qualità di amministratore delegato, l’azienda ha dato il via ad un nuovo assetto societario che si inserisce nel nuovo piano di sviluppo di carattere organizzativo e strategico del Gruppo. Quale?

Sala riunioniInnanzitutto occorre ritornare ai fondamentali, focalizzandoci in misura ancora maggiore sul prodotto, sul servizio e sul territorio. In particolare, sul campo, vogliamo costruire un rapporto sempre più stretto con il cliente finale, sia ricambista sia officina, in funzione dei segmenti di mercato (auto, carro, ecc..), estendendo le competenze della forza vendita per essere in grado di costituire sempre l’unico e primo riferimento della clientela in qualità di esperti multi-prodotto. Supporteremo questo percorso con una più ampia delega manageriale che consenta ai nostri funzionari di vendita di dare risposte più immediate e personalizzate al cliente. In un momento di grandi movimenti nell’aftermarket, il Gruppo FTS vuole continuare ad essere un partner affidabile e strategico per tutti coloro che entrano in contatto con la nostra realtà.

 

Da  più di 50 anni, l’azienda opera nel mercato nazionale dei turbocompressori nuovi o revisionati. Come viene effettuata la vostra rigenerazione?

Magazzino ricambiOltre ai turbocompressori nuovi, FTS e Contec offrono una linea di turbo revisionati “originali”, ovvero revisionati dagli stessi costruttori, mediante standard di qualità pari al nuovo e del primo impianto, con un sensibile risparmio. Inoltre, in qualità di distributori ufficiali per l’aftermarket, FTS e Contec hanno le competenze tecniche e le migliori attrezzature per fornire assistenza tecnica, garanzia, riparazione e revisione dei turbo, su mandato delle case rappresentate. In virtù di ciò, FTS e Contec propongono anche una propria linea di turbo revisionati, tutti con ricambi originali e secondo le specifiche tecniche e qualitative utilizzate dai costruttori nei loro centri di revisione. Tutti i turbo nuovi, revisionati originali o revisionati da FTS per applicazioni auto e veicoli commerciali leggeri (fino a 35 t) sono coperti dalla garanzia Assiturbo, che in caso di guasto o malfunzionamento del turbocompressore acquistato, assicura la sostituzione ed il soccorso stradale senza costi per l’utilizzatore.

Spesso si assiste al fenomeno della distribuzione di turbocompressori alternativi non originali e non omologati (nella maggior parte dei casi provenienti dalla Cina) con l’uso indiscriminato e non autorizzato anche dei loghi e simboli registrati dai costruttori primari dei turbo. Come si combatte questa piaga?

Ovviamente in qualità di distributori ufficiali (o rivenditori autorizzati) di tutti i marchi di turbocompressori di primo impianto, originali e omologati, sosteniamo con forza l'importanza di scegliere sempre prodotti concepiti e progettati di pari passo al motore, che rispettino le specifiche delle case e non alterino l’omologazione del veicolo, contro la logica dell'illegalità e della contraffazione. Ci impegniamo a diffondere questa cultura dell'originale con tutti i mezzi a nostra disposizione.

In che modo?

Presenziando eventi, raccontando il nostro punto di vista a tutta la filiera e facendoci promotori di campagne pubblicitarie rivolte al consumatore finale, che deve diventare protagonista attivo e consapevole nella scelta di un prodotto fondamentale per il corretto funzionamento del suo veicolo. Ricordiamo, infatti, che il turbo è parte dell’omologazione del motore e del veicolo e la sostituzione di un turbo con uno non omologato richiede, per poter continuare a circolare legalmente su strade pubbliche, la ri-omologazione del veicolo presso la motorizzazione civile.

Commenta