Inforicambi

Lavoro ed Economia

5 dritte per risparmiare sull’assicurazione auto

In Italia, in alcune regioni soprattutto, l’assicurazione auto è una spesa parecchio consistente ma indispensabile.

E’ possibile al giorno d’oggi risparmiare su tale costo ? e come ?

Ecco cinque indicazioni che ogni automobilista dovrebbe seguire:

Nuovo è meglio.

Se è possibile, fate capire alla compagnia assicuratrice che avete intenzione di abbandonarli e consultate altri operatori del settore, è consigliabile utilizzare supermoney.it che offre servizi di comparazione tra le varie offerte.

Le situazioni che si presentano sono le seguenti: in un primo caso la compagnia con il quale avete sottoscritto, spaventata dalla vostra prematura fuga, vi farà un’offerta più vantaggiosa;

In un secondo caso trovate effettivamente un’alternativa migliore da prendere in considerazione, ricordate che le offerte per i clienti nuovi sono nella maggior parte dei casi più vantaggiose.

Le offerte Online sono da considerare ?

La risposta è “ni”, è pur vero che le compagnie assicurative online, con meno spese delle loro controparti tradizionali, possono farvi risparmiare, ma diffidate dai truffatori.Consultate il sito Ivass per prendere conoscenza degli operatori autorizzati.

Garanzie accessorie ?

Le garanzie accessorie, che vanno a gravare ulteriormente sul totale, vanno scelte con criterio, guardate la vostra auto (anno di immatricolazione e marca) e dove abitate (tasso di criminalità e nello specifico furti di auto) e pensate attentamente se è davvero necessario attrezzarsi di particolari garanzie.

Si recuperi la scatola nera !!!

Ne abbiamo già parlato in altri articoli, se non avete problemi a far monitorare i vostri spostamenti alla compagnia assicuratrice, dandogli però la garanzia di non truffarla e, quindi,ottenere un risparmio considerevole.

Quanto davvero usi la tua auto ?

Esistono polizze auto temporanee se ad esempio utilizzi l’auto solo durante determinati periodi o polizze chilometriche che calcolano l’importo da pagare in base ai chilometri percorsi.

A cura di: Massimo De Vivo

 

Commenta