Inforicambi

Lavoro ed Economia

Aftermarket, gli incentivi all’occupazione

Dai produttori ai distributori per poi passare ai ricambisti fino ad approdare ai meccatronici. Il mondo dell’aftermarket automobilistico è una filiera (preziosa nella catena automotive) popolata e rappresentata da un numero cospicuo di aziende. Un bacino produttivo che incide sul Pil nazionale e che, nel contempo, è sempre più un importante datore di lavoro per la forza dimensionale espressa. Per gli operatori che operano al Sud (con sede in Basilicata, Campania, Puglia, Sicilia. Calabria, Abruzzo, Molise, Sardegna) e che hanno intenzione di rafforzare il proprio organico lavorativo, c’è l’incentivo ‘Occupazione Sud’ promosso dal Ministero del Lavoro. Vediamolo nel dettaglio:

 

L’opportunità per le imprese

Le aziende che assumono giovani tra i 16 e i 24 anni e persone disoccupate di almeno 25 anni, prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, hanno diritto, così come riporta il sito dell’Anpal,  ha uno sgravio contributivo pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro (esclusi i premi e i contributi dovuti all’Inail), fino ad un massimo di 8.060.00 euro annui per ogni persona assunta.

Quando viene erogato l’incentivo

L’agevolazione economica viene erogata per assunzioni dal 1° gennaio di quest’anno  fino al 31 dicembre 2017 con contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione, o con contratto di apprendistato professionalizzante.
 

Come ricevere l’agevolazione

Nella guida incentivi all’assunzione e alla creazione d’impresa, l’Anpal chiarisce che i datori di lavoro interessati dovranno inoltrare all'Inps, per in via telematica, un'istanza preliminare di ammissione, indicando i dati relativi all'assunzione effettuata o che intenderanno effettuare. Una volta verificata la disponibilità residua delle risorse, l’Inps comunicherà, all’azienda interessata, che è stato prenotato, da questa, l'importo dell'incentivo. Successivamente alla ricezione del nulla-osta all’agevolazione, il datore di lavoro dovrà procedere ad una duplice operazione: entro i successivi 7 giorni, dovrà, qualora non l’abbia ancora fatto, assumere il lavoratore sul quale vuole applicare l’incentivo. Poi, entro i successivi 10 giorni (sempre dalla ricezione della comunicazione di prenotazione dell'Istituto) deve comunicare l'avvenuta assunzione all’Inps, chiedendo la conferma della prenotazione effettuata in suo favore. L'incentivo potrà essere fruito esclusivamente tramite conguaglio nelle denunce contributive mensilmente trasmesse dalle aziende all'Istituto previdenziale (entro il termine del 28 febbraio 2019). Le procedure operative di attuazione della misura saranno oggetto di una circolare ad hoc dell’Inps in fase di emanazione.

 

Commenta