Ricambi auto

L’aftermarket statunitense, che gigante!

Se in Europa cresce a passi da gigante, in America l’aftermarket automobilistico non è certo da meno. A scattare una fotografia attuale ci pensa Automotive Aftermarket Suppliers Association insieme ad  Auto Care Association. In Usa, il settore del mercato automobilistico che riguarda la produzione di componenti e ricambi, il riciclo, la distribuzione, la rivendita e l'installazione di tutte le parti dei veicoli si rafforza sempre più con un tasso di crescita annuale del 3,7 per cento previsto fino al 2019. Le vendite generate dalla filiera americana passeranno dai 257,4 miliardi di dollari fatturati nel 2015 ai 296,3 miliardi nel 2019: un aumento di quasi 39 miliardi di dollari nel quadriennio preso in esame. Per Bill Hanvey, presidente e ceo di Auto Care Association, lo sviluppo costante e continuo del comparto aftermarket statunitense risiede nell’età media del parco circolante: ancora alta (11,6 anni) e che di conseguenza favorisce interventi di assistenza e riparazione. “Un’industria grande e stabile la cui crescita è impressionante” è questo invece il commento di Bill Long, presidente e chief operating officer dell’ Automotive Aftermarket Suppliers Association.

S.B.

Commenta