Ricambi auto

Quando l’alzacristallo è made in Italy

DI STEFANO BELFIORE

Dalla progettazione alla produzione fino al collaudo e alla vendita: il tutto 100 per cento made in Italy motore compreso. Oggi la Politecnica 80 è  un punto di riferimento autorevole e affidabile nel mercato mondiale degli alzacristalli elettrici. Nota  per la qualità e l’intercambialità del prodotto non originale con quello originale, l’azienda padovana, nata nel 1980, ha calcato anche quest’anno la passerella di Autopromotec. Forte di una gamma in grande crescita resa importante per i continui investimenti in ricerca e sviluppo, l’impresa ha saputo distinguersi nella biennale emiliana. Così da consolidare la sua posizione nell’aftermarket indipendente: comparto che rappresenta il 70 per cento del suo business. E, intanto, Politecnica 80 vola sempre più alto nelle piazze internazionali del post vendita dove la qualità dei suoi alzacristalli è conosciuta un po’ in tutta Europa. “Il 2017 – dice Enrico Paviola, direttore commerciale – sarà un anno di ulteriore crescita. Contiamo di aggiungere un altro segno positivo al nostro fatturato”.

Partiamo da Autopromotec 2017. Che rendiconto è possibile tracciare da questa edizione?

Direi senz’altro positivo. Da un lato, abbiamo avuto modo di incontrare a Bologna la nostra famiglia clienti e dall’altro la manifestazione è stata utile in termini relazionali. Numerosi i contatti presi (per la maggior parte italiani) con cui adesso, dal rientro, della fiera stiamo iniziando una interlocuzione.

Quali prodotti hanno destato un maggior appeal nella biennale dell’aftermarket?

Politecnica 80 ad AutopromotecNella vetrina fieristica abbiamo portato, ovviamente, una rappresentanza significativa dei nostri ultimi modelli realizzati, la cui gamma è in forte crescita. Fra questi, quelli che maggiormente hanno registrato un discreto intesse sono gli alzacristalli manuali posteriori per la Grande Punto, la Fiat Panda e la Fiat 500 L.

Come si spiega questo interesse?

E’ motivato da una forte richiesta di mercato che abbiamo avuto. Fattore che ci ha spinto a realizzare un prodotto di qualità.

L’azienda ha una notevole propensione all’export con una capillare presenza nell’aftermarket indipendente europeo. Su quali piazze gravita ora l’interesse imprenditoriale?

Dopo Francia, Germania, Inghilterra e Spagna, stiamo tentando di allargarci anche nell’Est europeo dove, tra le altre, cose abbiamo una filiale.

Dal 2010 l’azienda sta vivendo un trend di crescita continua nello IAM. Il 2017 sarà un altro anno di conferma di questo andamento?

E’ quello che ci auguriamo. I presupposti di base ci sono tutti. Con un  2016 che si è chiuso in maniera positiva in ottica di business, contiamo di ripeterci quest’anno portando a casa un ulteriore incremento del fatturato.

 

 

CARTA D’IDENTITA’

Company: Politecnica 80 SpA

Anno di nascita: 1980

Sede: via Pontarola 9/A, 35011 Campodarsego, Padova

Ambito di business: alzacristalli elettrici, chiusure centralizzate personalizzate e dispositivi elettronici per alzacristalli

Mercato:  aftermarket indipendente e primo impianto

 

Commenta