Ricambi auto

Così cresce in Italia l’aftermarket indipendente

Ricambi AutoL’aftermarket indipendente nazionale cresce sano e in maniera costante. E’ nuovamente positivo il trend sviluppato dal comparto nei primi 9 mesi dell’anno. Secondo l’ultimo report dell’Osservatorio di Mercato IAM Italia del Politecnico di Torino, che prende in esame i distributori IAM auto in Italia (esclusi gli pneumatici, carrozzeria, veicoli industriali e la quasi totalità dei lubrificanti), il mercato dell’indipendente conferma, seppur in rallentamento, la propria crescita registrando un incremento progressivo (gennaio-settembre 2017) del fatturato pari al più 3,6 per cento. Performance originata, secondo gli analisti, dall’effetto volumi (+2,5%) e dall’effetto mix CP (+1,5%) (maggiore incidenza delle categorie prodotto con maggiore prezzo unitario). Mentre l’effetto prezzi contribuisce negativamente per il meno 0,4 per cento. Escluso l’effetto mix, quindi a parità di incidenza delle categorie prodotto, il fatturato avrebbe registrato un tasso di incremento del più 4 per cento.

 

Il ritmo del post vendita indipendente

Pezzi di ricambi per autoL’andamento roseo conferma il processo di erosione di quote di mercato all’autorizzato (OES), anche se i consistenti volumi di vendite di auto nuove ( +9% nei primi 9 mesi del 2017 rispetto al 2016) si fanno sicuramente sentire sui volumi. Altro fenomeno che si registra è la notevole reattività della distribuzione nel modificare gamma e marchi così da essere in linea con il mercato per preservare/rafforzare i propri ricavi.

 

Autoricambi: chi sale e chi scende

Ricambi per autoIn pole ci sono le  pastiglie freni. In seconda posizione ci sono  i kit frizione che conquistano una quota di mercato del 5,9 per cento. La terza piazza è occupata dalle batterie auto in ripresa dopo le ultime stagioni di flessione. La crescita di fatturato di lubrificanti (+9,9%), filtri carburante (+0,7%), dischi freno (+3,9%), volani (+12,8%)  e motorini & alternatori (+5,0%) è guidata quasi esclusivamente, tranne per la tiranteria, dai volumi con prezzi in sistematica riduzione. Ammortizzatori, kit distribuzione e filtri aria evidenziano, di contro  una flessione del fatturato rispettivamente del meno 0,9 per cento.

Stef. Belf.

Commenta