Inforicambi

Ricambi auto

I nuovi dischi freno compositi di TRW

I nuovi dischi freno compositi di TRW sono stati progettati con il fine ultimo di migliorare la sicurezza e le prestazioni e aumentare la durata nei veicoli più pesanti e più potenti. La nuova gamma (disponibile inizialmente in 24 riferimenti per diversi modelli BMW) rafforza così la posizione di rilievo che l’azienda (facente parte della divisione Active & Passive Safety Technology di ZF) ha nei  sistemi e componenti Corner Module (freni, sterzo e sospensioni).

Caratteristiche

Sono formati da una parte centrale concava d’alluminio resistente alla corrosione che, tramite speciali spinotti d’acciaio, è collegata all’anello di attrito in ghisa grigia. Questa struttura permette una libera dilatazione termica del calore generato nella frenata, evitando che il disco si deformi a causa delle sollecitazioni termiche. L'impiego dell'alluminio contribuisce inoltre ad alleggerire il componente, e quindi il peso delle masse non sospese, migliorando non solo il comfort di guida e la maneggevolezza del veicolo, ma riducendo anche i consumi di carburante.  “Progettiamo e mettiamo a punto – spiega Richard Adgey, head of Product Management IAM/Services -  una vasta gamma di tecnologie di primo impianto per la maggior parte dei costruttori di veicoli, inclusi i sistemi frenanti. Siamo consapevoli di come ogni componente all'interno di un sistema possa influire sugli altri e ci rendiamo quindi conto che, per ottenere il massimo in termini di benefici e prestazioni, tutti i componenti devono essere sviluppati per funzionare in simbiosi”.

 

CARTA D’IDENTITA’

 

TRW Aftermarket fa parte della divisione Active & Passive Safety Technology di ZF ed è leader nella fornitura di componenti ‘Corner Module’ (freni, sterzo, sospensioni e ammortizzatori), oltre a servizi, formazione e supporto tecnico, sia all'aftermarket indipendente sia al servizio assistenza delle case automobilistiche nel mondo.

Commenta