Ricambi auto

Ricambi, ecco la lista dei più contraffatti

Oltre 1,6 milioni i ricambi contraffatti sequestrati tra il 2014 e l’inizio del 2016. A tanto ammonta il quantitativo di componenti tarocchi intercettato e posto sotto sequestro dalla Guardia di Finanza nell’ambito del progetto S.I.A.C.: il Sistema Informativo Anti-Contraffazione. Progettualità co-finanziata dalla Commissione Europea ed affidata dal Ministero dell’Interno al corpo della Fiamme Gialle: da sempre in prima linea nel contrastare un illecito multidimensionale e trasversale, qual è la contraffazione.

Dove è più frequente la contraffazione

Da quanto si evince da uno screening del S.I.A.C (su dati forniti da Anfia) il fenomeno dei ricambi taroccati (oggetto di sequestro da parte dei militari della Guardia di Finanza) ha interessato maggiormente parti meccaniche, accessori e dispositivi elettrici per auto, moto e biciclette.

La mappa delle regioni dove regna il 'falso d’autore'

In pole c’è la Puglia con circa 773mila pezzi non originali. Seguono Lombardia (607mila componenti confiscati), Veneto (più di 91.400) e Sicilia (quassi 37mila).

 

La lotta alla contraffazione: fare sistema

Oltre all’azione capillare della Guardia di Finanza, c’è l’impegno fattivo, e ora sinergico, tra AsConAuto  e Anfia. “Insieme – ha annunciato di recente proprio su Inforicambi  Fabrizio Guidi, presidente dell’Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto - porteremo avanti una campagna di sensibilizzazione e lotta alla contraffazione dei ricambi”. S.B.

 

Commenta