Inforicambi

Ricambi auto

Gli appetiti di Valeo puntano su FTE

Logo di ValeoNel contesto dell’acquisizione di FTE da parte di Valeo, la Commissione Europea ha espresso dubbi riguardo il mercato di attuatori idraulici passivi visto il Regolamento della Commissione europea sulle fusioni. Valeo sta pertanto considerando la cessione del suo business riguardo l’attuatore idraulico passivo al fine di ottenere l’approvazione da parte della Commissione Europea per l’acquisizione FTE. E’ quanto si apprende da un comunicato diramato dall’azienda. Il noto fornitore automobilistico “ha cercato – si legge nel prosieguo della nota stampa - la miglior opzione possibile per i suoi dipendenti e clienti con il fine di trovare un idoneo acquirente per questa attività commerciale”. Identificato come potenziale acquirente Raicam: impresa italiana specializzata in frizioni e sistemi di frenata sia per il mercato OE sia per il mercato degli autoricambi. Il dialogo, sin qui condotto, ha portato ad un solido progetto di acquisizione: soggetto ad una consultazione preventiva con il comitato dell’azienda e che richiede l’ok da parte della Commissione Europea riguardo la revisione del progetto FTE. Nel 2016, il business di attuatori idraulici passivi di Valeo ha generato un fatturato di 76 milioni di euro. Attualmente impiega più di 400 dipendenti in tre siti industriali situati a Mondovì, Italia (il sito principale), Gemlik (Turchia) e Nanjing in Cina. Il piano di creare un'area di mercato in India, che è stato in preparazione per molto tempo, dovrebbe essere attuato da Raicam nel Nord Ovest dell’India. L’acquisizione di FTE rimane soggetto della precedente approvazione formale da parte della Commissione Europea.  Se Valeo ottiene l’autorizzazione sull’operazione FTE, la contemplata cessione potrebbe essere finalizzata nell’ultimo quarto del 2017. 

 

Commenta