Ricambi Truck

E se il meccanico dei camion fosse donna?

Natascia, meccanico ScaniaSi chiama Natascia (nella foto), ha poco più di 20 anni e le idee molto chiare: “Voglio lavorare sodo e, un giorno, diventare un capo officina. Lei lavora presso l’officina autorizzata Scania di Fiano Romano, O.R.M.I.A.: a volerla nel team Alessandra Lucaroni, responsabile dell’officina romana che ama definire ‘l’officina delle donne’.

 

Una passione per il camion nata sui banchi di scuola

Nel 2014 Natascia, di Foligno, ha appena iniziato il primo anno della scuola superiore. Studia in un Istituto Alberghiero, ma si ferma spesso a osservare con interesse quello che succede in un’altra aula della stessa scuola, dove si esercitano ragazzi che diventeranno meccanici. Natascia ha una grande passione per i motori e quando non è in classe passa molto del suo tempo in sella alla sua moto da cross. Dopo pochi mesi la sua passione, più forte di tutto, le fa cambiare strada. Spinta anche dagli insegnanti, lascia l’indirizzo alberghiero e si unisce al gruppo che studia i motori. La decisione è presa. Il suo futuro non sarà in un albergo ma in un’officina.  Finiti gli studi, Natascia inizia subito a lavorare riparando automobili ma il suo obiettivo è più ambizioso: vuole diventare meccanico di veicoli industriali. Invia il suo curriculum a molte aziende. La prima a rispondere è Alessandra, responsabile dell’Officina O.R.M.I.A. autorizzata Scania, che assiste i clienti di una vasta area del centro Italia, che comprende Roma e un‘ampia zona intorno alla capitale.  Natascia è felice di lavorare sui motori Scania, sotto la guida del capo officina Nazareno. “Si vede – dice - che sono motori fatti da chi se ne intende”, spiega Natascia. “Oltre che potenti e affidabili sono costruiti molto razionalmente. Tutte le parti del motore si raggiungono con facilità, i tempi di intervento si riducono e noi meccanici facciamo meno fatica”.

Commenta