Sicurezza e salute

Freddo e neve, ecco come tenere l’auto “in forma"

Le terribili condizioni meteorologiche che hanno praticamente messo in ginocchio l’Italia in questi giorni, hanno comportato notevoli disagi soprattutto alla circolazione su strada. Al di là delle nevicate eccezionali di questi giorni che hanno praticamente immobilizzato gli automobilisti, con auto e altri mezzi di trasporto completamente ostaggi della neve, dispensiamo in questo articolo una serie di consigli da seguire per preservare al meglio la propria vettura in presenza di condizioni climatiche avverse nella stagione invernale:

Visibilità

Tra i problemi maggiori in inverno a bordo della propria auto ci sono quelli relativi al vetro che spesso è soggetto a sporco, appannamento o si ghiaccia per via delle temperature molto basse. Nel caso si verifichi quest’ultima condizioni, è necessario munirsi di una spazzola rompighiaccio per rimuovere, appunto, il ghiaccio dalla superficie del vetro. Riguardo lo sporco invece, è importante tenere sempre a punto l’impianto di pulitura dei vetri: controllare i fori spruzzatori, assicurandosi che non sono “otturati”, e inserire l’additivo antigelo all’interno della vaschetta del liquido. Importante anche tenere le spazzole del tergicristallo sempre in buone condizioni. L’ideale sarebbe acquistare delle spazzole apposite per l’inverno.

Liquido antigelo

 Ricopre un ruolo fondamentale per preservare il proprio motore in inverno. La sua funzione è quella di evitare che l’acqua di ghiacci e rischi, dunque, di compromettere componenti interni del motore con il conseguente aumento di volume. Questo liquido va cambiato in media ogni tre anni o ogni 100.000 km.

Batteria

E’ tra le componenti più a rischio in inverno. Le basse temperature mettono a dura prova la sua efficienza. E’ necessario tenerla sempre sotto controllo tramite un voltometro. Se il valore misurato è superiore 12.6 volt allora la batteria è in ottimo stato e non va cambiata. Sotto i 12.4 va invece caricata.

Riscaldamento e climatizzatore

 E’ in assoluto il dispositivo più usato in auto in inverno per alzare la temperatura interna dell’auto. Fondamentale il suo utilizzo sia per riscaldarsi e non soffrire il freddo in auto, sia per rimediare all’appannamento dei vetri, evitando dunque una riduzione della visibilità.

Luci

Essendo l’inverno più soggetto a ore di buio, rispetto a quelle di luce, è importante tenere sotto controllo il funzionamento e anche la pulizia dei fanali. In presenza di nebbia e scarsa visibilità, diventa fondamentale l’accensione dei fari fendinebbia.

Pneumatici

Dotare la propria auto di pneumatici termici durante la stagione invernale è ormai un obbligo (regolato anche dal Codice della Strada) da non trascurare per garantire la sicurezza su strada. Le gomme invernali, infatti, sono appositamente realizzate dai diversi produttori per offrire maggior aderenza in presenza di condizioni climatiche avverse. Garantiscono maggior aderenza in primis, su fondo bagnato, innevato o ghiacciato, grazie alla particolare struttura del battistrada, caratterizzato in genere, da lamelle speciali che tendono a drenare l’acqua o ad aggredire il terreno anche se fangoso o ghiacciato. Consigliamo di dotare la propria auto di pneumatici invernali con marcatura 3PMSF, ovvero “Three Peaks Mountain Snow Flake”, che garantiscono un’aderenza del 7 per cento in più rispetto ai normali “M+S” (Mud plus Snow). Ridotti anche gli spazi di frenata e le possibilità di incorrere in fenomeni di aquaplaning.

Gli pneumatici invernali consigliati

Sul sito specializzato di vendita gomme online, EuroimportPneumatici.com, è possibile scegliere tra un vasto catalogo di prodotti adatti per la stagione invernale, tra cui gli pneumatici Kleber, che offrono un ottimo rapporto qualità prezzo con gomme speciali realizzate per l’inverno e disponibili in più misure per diverse auto.

 

 

 

Informazione sponsorizzata

Commenta