Sicurezza e salute

La disidratazione produce gli stessi effetti dell’alcool: ecco lo studio presentato da Nissan

Delle recenti ricerche condotte dalla Nissan dimostrano come la disidratazione nell’Uomo possa comportare gli stessi effetti nocivi dell’eccesso di alcool.

Un recente studio condotto e finanziato dall’European Hydration Institute rivela che chi beve meno di 25 ml d’acqua ogni ora, commette il doppio degli errori rispetto a conducenti che si sono regolarmente idratati. Tra gli errori più comune, secondo quanto rivelato dalla Nissan, figurato il ritardo di frenata, la difficoltà nel maniere la giusta traiettoria e l’invasione involontaria di altre corsie. 

La disidratazione comporta stanchezza, mal di testa, ritardo di risposta dei riflessi, chi beve almeno mezzo litro di acqua prima di eseguire una attività fisica ha riflessi più veloci del 14% rispetto a persone che non si idratano.

Nissan da sempre è attenta alla sicurezza degli automobilisti, così su di una Juke ha realizzato uno speciale rivestimento con sensori di traspirazione chiamato “SOAK”: in pratico questo “tessuto” applicato sul volante e sedili anteriori, è in grado di segnalare al conducente quanto è opportuno bere, grazie al solo cambiamento di colore, dal blu passa al giallo.

Marco Lasala

Commenta