Sicurezza e salute

Se viaggi in auto proteggiti dal caldo così...

Combattere il Caldo in autoInvitiamo a fare attenzione se si viaggia in auto, ai passeggeri più a rischio come bambini, anziani, donne in gravidanza o qualsiasi altra persona con una particolare situazione di stress psicofisico, specialmente nelle ore più calde. Le alte temperature ed il caldo asfissiante avanzano, dopo l’Anticiclone delle Azzorre che ci ha fatto assaporare un po’ di frescura, torneranno le correnti dal Nord Africa col caldo intenso.

Di seguito alcuni accorgimenti utili per soffrire meno il caldo in auto:

  • E’ nell’abitacolo che trascorriamo tutto il viaggio, dunque abbiamo la possibilità di gestire le temperature del climatizzatore, indispensabile per abbattere quelle torride dell’esterno. Nel momento in cui decidiamo di fare una sosta però, è bene cominciare a dosare la temperatura dell’auto, alzandola di qualche grado per evitare sbalzi termici col caldo che troveremo fuori. In ogni caso è sconsigliato viaggiare nei giorni di bollino rosso, l’asfalto è il peggior nemico degli automobilisti in quanto assorbe calore e dà vita all’odiatissimo effetto “isola di calore” (effetto che determina un clima più caldo all’interno delle aree urbane rispetto alle zone periferiche). Comunque senza climatizzatore sarebbe assurdo poter viaggiare comodi e senza rischi.
  • Se non disponiamo di un box privato per l’auto o di uno spazio di nostra proprietà dove poter mettere un gazebo per coprire l’auto, ma abbiamo bisogno di proteggere la plancia, il cruscotto ed il volante dalle temperature alte, provvediamo all’acquisto di una cortina riflettente da mettere a copertura del parabrezza interno, proteggendo così il tutto dai raggi forti del sole. Questo tipo di copertura è consigliata soprattutto per le auto con interni in pelle che attirano maggiormente il calore, ancora di più se questi sono di colore scuro.
  • Se l’auto è rimasta in sosta per molto tempo e nelle ore più calde, prima di rientrarci e rimettersi in viaggio, è bene aprire le portiere, attivare l’aria condizionata al massimo e far arieggiare per pochi minuti.
  • Portare sempre con sé una bottiglia d’acqua ghiacciata e una fresca per potersi idratare.
  • In auto, col climatizzatore acceso, la temperatura interna non deve mai superare i 22-25° così da evitare eventuali dolori fisici dovuti alle temperature troppo basse o agli sbalzi con l'esterno.
  • Controllare i vari livelli dei liquidi di raffreddamento facendo attenzione alle tacche “massimo” e “minimo” sulle vaschette, come ad esempio olio del servosterzo idraulico e dei freni, per quanto riguarda l’olio motore invece la verifica va fatta a freddo e con l’auto ferma, se necessario va rabboccato utilizzando un olio compatibile e senza superare la tacca col livello massimo. Controllare anche i tergicristalli, poiché possono rovinarsi a causa delle temperature troppo alte. E’ possibile anche evitare danni alla carrozzeria utilizzando delle cere che fanno da protezione contro i raggi ultravioletti. 
  • Controllare gli pneumatici e la loro pressione a freddo in quanto se usurati, sull’asfalto bollente, possono essere causa di incidenti, metteremmo a rischio la nostra sicurezza e quella degli altri e si andrebbe anche incontro a consumi di carburante maggiori e multe.​

In ultimo, ma non per importanza, non dimentichiamoci di prestare maggiore attenzione se viaggiamo con i nostri bambini, controllare il seggiolino e ripararlo dal caldo, tenere una borsa frigo con dell’acqua sempre fresca, non abbassare di troppo la temperatura del climatizzatore, tenere un cappellino a portata di mano per ripararlo eventualmente dal sole e dagli sbalzi di temperatura con l’esterno. Piccole attenzioni per soffrire meno il caldo e viaggiare più sereni in auto.

Costanza Tagliamonte

Commenta