Inforicambi

Vip e motori

Papa Francesco e la sua Renault 4

Un’auto con alle spalle trecentomila chilometri

Trecentomila chilometri appesantirebbero anche il più forte dei motori, ma quando un’automobile serve per aiutare gli altri diventa virtuosa come se gli anni e i tragitti percorsi non si sentissero. È la storia della gloriosa Renault 4, che nel 2013 don Renzo Zocca, parroco settantenne di Santa Lucia a Pescantina, nelle provincia di Verona, decise di donare a Papa Francesco.

Direttamente dagli anni Ottanta

Un’auto targata VR779684, di colore bianco, 4 porte e un grande portellone posteriore, 800 di cilindrata, 30 cavalli di potenza, 4 marce poste accanto al volante e i sedili ribaltabili come le sedie sdraio del mare. Anno d’immatricolazione il 1984. Una macchina affidabile come poche, duttile ad ogni bisogno e “amica”.

L’auto della solidarietà

Don Renzo non è stato mai lasciato a piedi nelle sue traversate del quartiere tra campi scuola, oratori, centri d’accoglienza, gite fuori porta a Roma, in Val D’Aosta, su per le salite delle Dolomiti. Soprattutto un’auto che ha portato don Renzo, fondatore de L’Ancora onlus, a prendersi cura dei più poveri ed emarginati. Su quella carrozzeria s’è fatta la storia di generazioni di Pescantinesi e tanta carità. Quella carrozzeria, pure muta, racconta.

In processione in auto

Il sacerdote scrive una lettera al Papa spiegandogli la volontà di donargliela. Mai si sarebbe aspettata una telefonata di risposta di Francesco, che pure ha abituato tutti all’imprevedibilità. La telefonata arriva alle 10.19 del 10 agosto. E il 7 settembre successivo, cento fedeli di Pescantina “accompagnano” la Renault 4 in Vaticano. Una vera e propria processione. Per ragioni di protocollo, cinquanta parrocchiani restano fuori dai cordoni della sicurezza. Don Renzo lo dice al Papa, che non ci pensa due volte. Sale a bordo della Renault 4, guidata dal parroco, e va verso i cinquanta rimasti fuori, all’esterno delle mura vaticane. E il Papa viaggia, a trenta chilometri orari, su una Renault 4 con ventinove anni di vita, ma fresca di revisione e brillante al sole grazie ad un opportuno pit stop all’autolavaggio.

Commenta