Ricambi auto

Legge 104 per manutenzione auto: le agevolazioni a disposizione

Legge 104 per manutenzione auto, un aiuto concreto

La mobilità è importante per tutti ma le persone disabili ne hanno ancor più bisogno: le norme della Legge 104 per manutenzione auto possono aiutare per arrivare a questo importante traguardo. La persona con disabilità o chi ce l’ha fiscalmente a carico ha diritto a varie agevolazioni, studiate per aiutare a mitigare le difficoltà della vita quotidiana. Fra questi aiuti citiamo l’esenzione dal bollo auto 2022 e l’IVA agevolata al 4% per l’acquisto di un’auto nuova e anche usata purché venduta da una concessionaria o un venditore professionale. È importante sapere però che si può avere un aiuto non solo per l’acquisto: le norme della Legge 104 per manutenzione auto agevolano infatti anche gli interventi post-vendita.

Le norme delle Legge 104 per manutenzione auto

Un’importante fonte normativa per conoscere i termini della Legge 104 per la manutenzione auto è la risoluzione 17/09/2002 n. 306 dell’Agenzia delle Entrate, che risponde a un quesito sulla possibilità di detrarre ai fini IRPEF le spese di adattamento e riparazione sostenute per i veicoli utilizzati da portatori di handicap. La risoluzione richiama la circolare n. 46 dell' 11 maggio 2001 per confermare che l'applicazione dell'aliquota IVA ridotta al 4% non spetta genericamente alle prestazioni di manutenzione e di riparazione ma solo a quelle relative all'adattamento del veicolo e alle cessioni di parti staccate utilizzate per l'adattamento stesso. Una buona notizia è che l’omologazione di questi adattamenti, così come quella dei ganci di traino e delle bombole del gas per l’alimentazione dei motori, è diventata più facile. La stessa risoluzione chiarisce inoltre i termini delle agevolazioni della Legge 104 per manutenzione auto, rifacendosi art. 13-bis, lettera c del TUIR (Testo Unico delle Imposte sui Redditi) per le detrazioni fiscali sull’acquisto e la manutenzione dei veicoli che godono delle agevolazioni previste per le persone disabili.

Le detrazioni della Legge 104 per manutenzione auto, solo straordinaria

Dal TUIR si evince che le detrazione dall'imposta IRPEF può riguardare, oltre le spese sostenute per l'acquisto, anche altre spese riguardanti i veicoli che godono delle agevolazioni previste dalla Legge 104. La detrazione, che è il 19% calcolato su una spesa massima di 18.075,99 euro, spetta una sola volta in un quadriennio, a eccezione di casi quali il furto del veicolo, che non viene ritrovato, oppure la rottamazione del veicolo stesso. Questa detrazione può essere usufruita per intero nel periodo d'imposta in cui il veicolo è stato acquistato o, in alternativa, in 4 quote annuali di pari importo; si potrà anche chiedere un rimborso fiscale. Ricordiamo inoltre che In caso di furto, la detrazione per il nuovo veicolo riacquistato entro il quadriennio spetta al netto dell'eventuale rimborso assicurativo. Le detrazioni della Legge 104 per manutenzione auto riguardano soltanto la manutenzione straordinaria e quindi sono esclusi i costi della manutenzione ordinaria – come la sostituzione degli pneumatici - e i costi di esercizio quali l’assicurazione, il carburante e il lubrificante.

Come fruire delle detrazioni della Legge 104 per manutenzione auto?

Anche in questo caso la detrazione è riconosciuta nel limite di spesa di 18.075,99 euro, nel quale devono quindi essere compresi sia il costo d'acquisto del veicolo sia le spese di manutenzione straordinaria dello stesso. Per ottenere la detrazione IRPEF prevista dalla Legge 104 per manutenzione auto la spesa sostenuta per la riparazione deve essere indicata per intero nella denuncia dei redditi. La detrazione, come anticipato più sopra, può essere inserita per intero nella dichiarazione dei redditi oppure in quattro rate annuali di pari importo anche tenendo conto della ‘capienza fiscale’ (ossia di quanta IRPEF si dovrà pagare) per non rischiare di perdere parte dell’agevolazione. Abbiamo quindi visto cosa sono le detrazioni della Legge 104 per manutenzione auto e come ottenerla ma ricordiamo che esistono altri aiuti per le persone disabili: occorre quindi informarsi bene.

Nicodemo Angì

Commenta