Ricambi auto

Il mercato cristalli in aftermarket: un settore in espansione

Il mercato cristalli in aftermarket, un settore in espansioneCifre interessanti per il mercato cristalli in aftermarket

Una ricerca di Data Bridge Market Research, dal titolo Automotive Aftermarket Glass, fornisce stime molto interessanti sullo sviluppo del mercato cristalli in aftermarket. La società di ricerca e consulenza ha infatti stimato che globalmente il mercato cristalli in aftermarket è valso 7,83 miliardi di dollari nel 2021 e dovrebbe raggiungere i 13,11 miliardi di dollari entro il 2029, con una crescita annua composta del 6,66% già entro il 2022. Del resto la dinamicità dei network connessi al settore, per esempio Carglass che ha inaugurato la sua prima filiale nel sud Italia, ci aveva fatto intuire la vitalità di questo segmento.

 

Il mercato cristalli in aftermarket è variegato

Nella ricerca Automotive Aftermarket Glass, Data Bridge Market Research cita il vetro temperato come uno dei grandi segmenti del mercato cristalli in aftermarket perché la sua resistenza protegge i passeggeri e, se si rompe, le sue schegge poco taglienti sono praticamente inoffensive. Data Bridge Market Research cita inoltre le statistiche della National Highway Traffic Safety Administration secondo le quali ci sono 6 milioni di incidenti automobilistici negli Stati Uniti ogni anno. I dati dicono anche che le parti più sostituite dopo un incidente sono le luci di posizione e il parabrezza. Quest’ultimo grande ‘vetro’ è tenuto pulito dal liquido lavavetri il cui controllo deve quindi far parte della manutenzione delle automobili.

 

Il mercato cristalli in aftermarket è in evoluzione

Data Bridge Market Research prevede quindi che il mercato cristalli in aftermarket potrebbe crescere velocemente per l’aumento del numero di veicoli sulle strade e del numero di incidenti. La ricerca Automotive Aftermarket Glass dà inoltre informazioni su vendite, produzione costi e dei margini di profitto per una visione completa del settore. Chiudiamo considerando che la sostituzione di un parabrezza – e anche dei sofisticati fanali a matrice di LED – sono diventate operazioni che ormai non sono solo di carrozzeria ma implicano tarature e diagnosi specifiche. La presenza di sensori ed elettronica sofisticata in questi componenti implica infatti, come già rilevato da EGEA, una formazione puntuale e attenta che faciliterà l’entrata nel promettente mercato cristalli in aftermarket.

Nicodemo Angì

Commenta