Ricambi auto

Risultati LKQ del primo trimestre 2022: bilancio positivo

Risultati LKQ del primo trimestre 2022, numeri positiviSegno ‘più’ nei risultati LKQ del primo trimestre 2022.

Il triennio 2020/21/22 è stato molto turbolento a livello globale ma le grandi difficoltà dell’automotive non sembrano aver intaccato i risultati LKQ del primo trimestre 2022, rivelatisi essere piuttosto incoraggianti. I ricavi del periodo gennaio-marzo 2022 sono infatti arrivati a 3,3 miliardi di dollari, con un aumento del 5,6% rispetto al primo trimestre del 2021. Fra questi i ricavi organici prodotti da componenti e servizi sono aumentati del 6,9% (5,6% tenendo conto degli effettivi giorni lavorativi) mentre l’effetto netto sui ricavi di acquisizioni e disinvestimenti è stato del + 1,7%. L’andamento dei tassi di cambio fra valute ha diminuito i ricavi del 2,7%, per un aumento dei ricavi totali di parti e servizi del 5,9%. Gli altri ricavi sono cresciuti del 2,0%, una positività che deriva dall'aumento delle vendite di scarti metallici di lavorazione e anime di fusione che ha più che compensato la riduzione dei prezzi dei metalli preziosi. Questi dati positivi si raccordano ad un 2021 ben positivo per l’aftermarket di LKQ.

 

Risultati LKQ del primo trimestre, soddisfazione tangibile

Un primo quarter così positivo non può che generare commenti compiaciuti. Dominick Zarcone, Presidente e Amministratore delegato del gruppo, ha infatti detto: “Siamo molto soddisfatti dei risultati del primo trimestre, nati dallo slancio dello scorso anno e che sono una conferma della nostra resilienza. Sono orgoglioso dell'impegno del nostro team per l’efficace operativa e la capacità di realizzare le nostre priorità strategiche. Trovo poi ottima la reattività del nostro team al difficile contesto macroeconomico, che è intervenuto per mitigare le difficoltà date dalle tensioni sulla catena di approvvigionamento e dalle fiammate inflazionistiche. Sulla base di questo buon inizio d'anno e della nostra competitività stiamo revisionando verso l’alto le nostre stime per l'intero 2022”. In effetti la ‘forchetta’ della crescita dei ricavi organici da componenti e servizi, in precedenza stimata fra il +3 e + 5%, è stata aggiornata a +4,5 - + 6%. Fra i fattori che rendono LKQ così resiliente c’è il suo impegno nel digitale e nell’innovazione, concretizzati per esempio nel suo Innovation and service center polacco.

 

Un 2022 positivo in base ai risultati LKQ del primo trimestre ma con le dovute cautele

LKQ evidenzia però che le prospettive per l'intero 2022 si basano sulle condizioni attuali e presuppongono, ad esempio, che l'attuale legislazione fiscale degli Stati Uniti non cambi, che i prezzi del rottame e dei metalli preziosi si mantengano simili alla media del primo trimestre e che il conflitto Ucraina/Russia non entri in un’ulteriore escalation. Nelle proiezioni sono stati usati i tassi di cambio medi di marzo e aprile e ci si è basati sulle attuali aspettative riguardo la pandemia di COVID-19. Queste stime non includono inoltre il guadagno della vendita di PGW Auto Glass (ancora non finalizzato perché avvenuto il 18 aprile scorso), uno dei maggiori distributori indipendenti aftermarket di cristalli che serve Stati Uniti e Canada. Il branch europeo LKQ Europe, basato in svizzera, annovera marchi molto noti quali Euro Car Parts, LKQ Fource, RHIAG Group, Elit, LKQ CZ, STAHLGRUBER Group, lo specialista nei ricambi rigenerati Atracco e una quota azionaria in Mekonomen Group (che si occuperà dell’assistenza della Fiscker Ocean elettrica). LKQ continua con le sue acquisizioni, finalizzate anche alla diversificazione dell’attività. Nel 2019 ha iniziato con Elitek l’attività nei servizi di diagnostica, ora anche remota, negli USA ed è entrata nel settore della rigenerazione delle batterie dei veicoli ibridi, acquisendo Green Bean Battery.

 

Nicodemo Angì

Commenta