Nuova Tecnodelta ad Automechanika: proiettarsi all’estero fa progredire

Automechanika 2022

Archivio >

Nuova Tecnodelta in Automechanika: proiettarsi all’estero fa progredire

Secondo Nicola Prebbenna di Nuova Tecnodelta l’internazionalizzazione, come quella di Automechanika, fa crescere e prepara al cambiamento

Nuova Tecnodelta è cresciuta, come Automechanika, grazie all’internazionalizzazione

Secondo Nicola Prebbenna, sales and marketing manager in Nuova Tecnodelta, Automechanika 2022 è apparsa un po’ sottotono, vista anche l’assenza dei visitatori russi e cinesi, ma le persone presenti si sono rivelate motivate e interessate. La Nuova Tecnodelta, come Automechanika, ha una spiccata vocazione all’internazionalizzazione e Prebbenna ha ricordato che “l’azienda ha 60 anni di vita e da almeno 30 si è proiettata verso i mercati esteri e questo ha procurato relazioni importanti con grandi gruppi con conseguente crescita a livello sia tecnologico sia produttivo”. Nuova Tecnodelta ha infatti compiuto importanti operazioni di mercato, quali l’acquisizione di Idromec.

Il cambiamento si vede in Automechanika e Nuova Tecnodelta

Si vedono, e non solo in Automechanika, i segni di un grande cambiamento nell’automotive ma Nuova Tecnodelta è pronta a gestirli, in virtù di una gamma – componenti per freni e frizioni e pompe di vario tipo – che resterà in auge per molto tempo ancora. Nicola Prebbenna ritiene comunque che “per porsi proattivamente verso il cambiamento occorrono investimenti anche per la conoscenza dato che l’ambito dei veicoli elettrici non è solo meccanico ma entra massicciamente nell’elettrotecnica e nell’elettronica”.

Commenta